[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
SPORT: DE ANNA, CONIUGARE EVENTI E PROMOZIONE DEL TERRITORIO

mercoledì 11 giugno 2008


06/11/2008 05:23 PM
Soggetto:  (ARC) SPORT: DE ANNA, CONIUGARE EVENTI E PROMOZIONE DEL TERRITORIO


  Trieste, 11 giu - La necessità di fare sistema tra i top event
sportivi e la promozione turistica e culturale del Friuli Venezia
Giulia sono stati sottolineati oggi a Tolmezzo dall'assessore
regionale allo Sport Elio De Anna nel corso della conferenza
stampa di presentazione della Carniaclassic 2008.

La manifestazione - in programma il 13 luglio con partenza da
Tolmezzo - è dedicata ai ciclisti professionisti,
semiprofessionisti, dilettanti e amatoriali che si cimenteranno
lungo due percorsi, di 140 e 107 chilometri, che si snodano lungo
le strade della Carnia, con punto di riferimento la scalata dello
Zoncolan.

Come spiegato da Enzo Cainero, uno degli organizzatori
dell'evento, oltre al campione di fondo Giorgio di Centa, saranno
presenti tra i partecipanti alla manifestazione anche Emanuele
Sella, il ciclista che all'ultimo Giro d'Italia ha ottenuto tre
vittorie in altrettante tappe in cui erano previsti traguardi in
vetta.

Tra i testimonial anche il ct della nazionale di ciclismo Franco
Ballerini e il procuratore di molti atleti Claudio Pasqualin.

Per l'assessore allo Sport Elio De Anna, la Carniaclassic
rappresenta un Top Event, visto il grande numero di atleti che
nelle passate edizioni sono stati accolti in Friuli Venezia
Giulia in occasione della manifestazione.

"Sono tre - ha detto De Anna - gli obiettivi che ci si deve porre
quando si organizzano eventi di grande livello nel mondo
sportivo. Il primo è quello legato alla promozione della
disciplina oggetto del meeting, cosa di per sè abbastanza
semplice. Il secondo invece riguarda la valorizzazione del
territorio, per favorire un turismo "morbido" ed ecocompatibile.
Ossia accoglienza sostenibile di visitatori, che non si tramuti
in una presenza di massa, ma rispettosa degli ambienti e dei
luoghi che spesso sono delle gemme di bellezza paesaggistica e
naturalistica. Strettamente legato a questo aspetto la
valorizzazione del territorio attraverso le persone - molto
spesso appartenenti al mondo dello sport, uno dei settori
nazional-popolari in tutto il mondo - che hanno vissuto in queste
zone e che hanno contribuito a far conoscere la regione al di là
dei confini nazionali. Infine agli sportivi che arrivano in
Friuli Venezia Giulia dovremo dare l'opportunità di conoscere le
nostre peculiarità nel campo della cultura. È vero - ha concluso
De Anna - che chi arriva in Friuli è "Ospite di gente unica", ma
ai turisti dovremo chiedere di condividere l'orgoglio e la
riconoscenza che questo territorio esprime nei confronti dei
tantissimi personaggi illustri nati e vissuti in questa parte
dell'Italia".