[Comunicato stampa Giunta regionale Piemonte]
RICCA SOLLECITA IL GOVERNO: “SERVONO RISORSE PER LA PROTEZIONE CIVILE”

venerdì 19 dicembre 2008


Torino, 19 dicembre 2008
 


RICCA SOLLECITA IL GOVERNO:
“SERVONO RISORSE PER LA PROTEZIONE CIVILE”


L’assessore regionale alla Protezione civile, Luigi Sergio Ricca, torna a sollecitare il Governo nazionale sulla necessità di erogare risorse per questo importante e delicato settore: “L’emergenza che si è verificata in questi giorni nella nostra Regione – spiega Ricca – testimonia la necessità di  disporre di risorse certe per poter garantire sempre un intervento pronto ed efficace. Noi pertanto chiediamo al Governo di ripristinare con un emendamento il Fondo nazionale per la Protezione civile, che è sparito nella Finanziaria 2009. Già nel 2008 le risorse statali destinate al Piemonte erano state ridotte a otto milioni di euro, ma ora sono state azzerate. Io ritengo che vada trovata una soluzione ragionevole che tenga conto delle ragioni di bilancio, ma nello stesso tempo garantisca alle Regioni i fondi necessari per intervenire tempestivamente in casi di emergenze e calamità”.
La richiesta al Governo di finanziare il Fondo nazionale per la Protezione Civile era già stata avanzata il mese scorso dall’assessore Ricca e dalla presidente Bresso la quale aveva appositamente convocato i parlamentari piemontesi. Al momento però la situazione non è cambiata ed i fondi continuano a mancare.
“Adesso – aggiunge Ricca – alla luce delle emergenze che sono susseguite in questi giorni, dall’esondazione dei corsi d’acqua nelle zone di pianura, al rischio valanghe in montagna, la necessità di risorse statali si fa assolutamente impellente. Occorre finanziare il Fondo nazionale per Protezione civile per il 2009, ma servono anche risorse aggiuntive specifiche per riparare  i danni causati dal maltempo nella nostra Regione”.
“Il Governo nazionale – conclude Ricca – non può continuare a far finta di niente, tagliando le risorse della Protezione Civile, mettendo così a rischio l’incolumità e la sicurezza dei cittadini. Senza un Federalismo fiscale compiuto, le Regioni vanno sostenute economicamente, visto che le risorse proprie non sono sufficienti a far fronte alle emergenze che possono verificarsi”.

p.m.