[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
TERREMOTO. L'AZIONE DI REGIONE LOMBARDIA PER L'ABRUZZO - 1

martedì 7 aprile 2009


TERREMOTO. L'AZIONE DI REGIONE LOMBARDIA PER L'ABRUZZO - 1

 

LNERREMOTO. L'AZIONE DI REGIONE LOMBARDIA PER L'ABRUZZO - 1

 


(Ln - Milano, 07 apr) Ecco la situazione delle operazioni
lombarde di soccorso alle popolazioni abruzzesi.

La squadra di scouting, composta da 3 persone (Regione, AREU e
AEM) con compiti di verifica della situazione e di coordinamento
sul posto, ha effettuato il sopralluogo nell'area di
ammassamento - destinata a campo evacuati (parcheggio presso
multisala Monticchio - comune di L'Aquila). Le criticità
riscontrate sono legate all'utilizzo dell'acqua ed allo scarico
delle acque nere (presenza di tubature danneggiate nell'area).
Nella mattinata di oggi l'azienda municipalizzata verificherà lo
stato delle condutture per garantire acqua e scarichi. 

La prima colonna regionale di soccorso (120 persone circa) è
arrivata all'area di ammassamento alle ore 1.45. Sono iniziate
le prime attività di allestimento campo. Alle 4.30 è arrivato
sul posto un secondo contingente della colonna e alle 6.25 è
giunto l'ultimo contingente con le tende e la sonda cerca
persona.

La seconda colonna regionale di soccorso (120 persone circa),
composta da forze delle Colonne Mobili Provinciali (province di
BG-BS-LC-LO-MI-PV-VA), sta per arrivare a destinazione.

Il primo gruppo tecnico di verifica agibilità edifici (28
persone: 13 squadre + 2 coordinatori) è arrivato alle 07.15
all'area assegnata. Le squadre sono immediatamente operative.

La colonna mobile sanitaria di AREU (Azienda Regionale Emergenza
Urgenza), con circa 30 persone e 3 strutture campali (2 Posti
Medici Avanzati di 1° livello e 1 Posto Medico Avanzato di 2°
livello) arriverà sul posto presumibilmente attorno alle 10 di
stamane.

Le Polizie Locali dei Comuni lombardi sono state attivate o sono
in stand-by, in attesa di eventuali ulteriori esigenze dell'area
colpita dal sisma. (nessuna pattuglia è partita).
Rimangono a disposizione per le attività di soccorso circa 460
persone (circa 420 logistici, circa 40 sanitari). Per il momento
la disponibilità è mantenuta in stand-by per garantire il
necessario turn over ovvero per essere attivato nel caso di
ulteriore richiesta del Dipartimento.
Continuano a giungere alla Sala Operativa segnalazioni da parte
di ditte e organizzazioni professionali, che mettono a
disposizione mezzi, materiali e personale, nonché segnalazioni
di cittadini che offrono alloggio per le persone evacuate. (Ln)