[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
SALUTE: KOSIC, COLLABORAZIONE TRA ISTITUTI ISRAELIANI E CRO DI AVIANO

martedì 29 marzo 2011


SALUTE: KOSIC, COLLABORAZIONE TRA ISTITUTI ISRAELIANI E CRO DI AVIANO

Una nuova importante tappa nello sviluppo
dell'attività di ricerca medico-scientifica per la lotta ai
tumori si sta compiendo al CRO di Aviano.

Dove l'assessore regionale alla Salute, Integrazione Socio
Sanitaria e Politiche Sociali, Vladimir Kosic, si è incontrato
con due dei più eminenti specialisti a livello mondiale: i
professori Shimon Slavin ed Eitan Friedman, rispettivamente del
CTCI, e dello Sheba Medical Center, di Tel Aviv.

Una delegazione del Friuli Venezia Giulia, della quale faceva
parte lo stesso assessore, si era recata nella capitale
israeliana lo scorso mese di ottobre, per verificare
l'opportunità di avviare una collaborazione di carattere
internazionale tra le eccellenze della salute rappresentate dagli
istituti di ricerca di Tel Aviv e quello di Aviano. 

Gli esiti di quella visita si stanno concretizzando proprio in
questi giorni ad Aviano.

Dove, come ha sottolineato il presidente del Consiglio di
indirizzo e di verifica, Michelangelo Agrusti, si stanno
definendo proprio in queste ore i dettagli del progetto di
collaborazione.

In particolare, come hanno specificato Slavin e Friedman
all'assessore Kosic, tale protocollo di collaborazione dovrebbe
favorire la ricerca per l'individuazione delle tipologie di
soggetti nella popolazione che sono a più alto rischio di
sviluppare forme tumorali alla mammella, alle ovaie o al colon.
Ciò, al fine di poter individuare gli elementi che facilitano o
scatenano tali patologie, per poter attuare utili azioni e forme
di prevenzione.

A tale proposito, dai due ricercatori, sono state giudicate molto
significative le esperienze già maturate al CRO.

Nel corso della riunione è stato altresì compiuto dagli
specialisti della sanità israeliana un excursus dettagliato sui
grandi progressi fatti dalla sanità nel mondo nelle terapie
cellulari e immunologiche.

La presenza, che si protrarrà anche per domani, dei due insigni
specialisti, consentirà agli esperti del CRO, guidati dal
direttore generale, Piero Capelletti, e dal direttore
scientifico, Paolo De Paoli, suddivisi in due gruppi di lavoro,
di delineare un concreto progetto di collaborazione tra il Centro
di Aviano e gli istituti israeliani.

L'assessore regionale, Kosic, ha espresso ai due ricercatori
ospiti la gratitudine della comunità regionale per la
disponibilità manifestata, e per la ferma volontà da loro
espressa di finalizzare questa nuova e importante collaborazione.
Che è stata avviata attraverso la collaborazione del ricercatore
Shai Misan, di origini triestine, pure presente al colloquio
odierno.

Secondo Kosic, gli aspetti innovativi della ricerca, che sono
stati messi in luce nell'occasione, dimostrano che il CRO di
Aviano è sempre capace di intercettare i temi più rilevanti e
attuali per poter fornire un orizzonte di sviluppo alla salute
nella direzione più efficace. Non solo a livello locale,
ponendosi tra le eccellenze di livello nazionale.

Le prospettive di sviluppo della ricerca a livello internazionale
che sono emerse in questi giorni ad Aviano, saranno codificate
già nel mese di aprile dalla Regione attraverso una specifica
convenzione.