[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
Pens: Ferone, sconcertante far pagare esami a donatori sangue

mercoledì 30 marzo 2011


Pens: Ferone, sconcertante far pagare esami a donatori sangue

Totale insoddisfazione del
consigliere regionale del Partito Pensionati Luigi Ferone per la
risposta dell'assessore alla Sanità Vladimir Kosic alla sua
interrogazione che sollecitava la gratuità dei test del PSA e
dell'esame dell'urina per i donatori di sangue.

Infatti l'assessore Kosic ha informato che l'apposita commissione
non ha previsto alcuna forma di gratuità di esami a fini diversi
da quelli connessi con la donazione, perché potrebbe configurare
una forma di compenso proprio in relazione alla donazione.
   
Indubbiamente - ha sottolineato il rappresentante del Partito
Pensionati - è interesse di tutti che i donatori siano in
perfetta salute, e il concetto di salute deve essere inteso a
tutto campo, perché appare ovvio che più il donatore è integro
nel fisico, più la qualità del sangue e la continuità delle
donazioni sono garantiti.
   
Non può rappresentare alcuna forma di compenso né di regalia la
gratuità di esami importanti come quello del PSA e l'esame delle
urine. Se questo è il modo per ringraziare dei cittadini
benemeriti che donano vita e amore agli altri, c'è veramente di
che rimanere sconcertati, preoccupati e avviliti.
   
Certo - ha proseguito Ferone - la legge 219/2005 vieta qualsiasi
forma di compenso per la donazione: ma può essere considerato
compenso quello della gratuità di esami, anche se non
direttamente connessi al sangue dei donatori? Le varie campagne
promozionali per invitare a donare sangue, i pressanti appelli al
"dono" veramente si scontrano con l'interpretazione di norme che,
quale rappresentante del Partito Pensionati - ha sottolineato
Ferone - non condivido perché certamente il legislatore non
voleva riferirsi a questo tipo di compenso, ma sicuramente a
qualcosa di più materiale e venale.
   
Garantire la salute dei donatori è nell'interesse di tutti - ha
concluso Ferone - perché tutti potremmo avere bisogno di
quell'oro preziosissimo che è il sangue. Totale disaccordo con
l'assessore Kosic e con chi ha approvato queste linee guida in
materia di donazioni di sangue.