[Comunicato stampa Giunta regionale Toscana]
TPL, Rossi: “Gara unica, una sfida per la modernizzazione dei servizi”

lunedì 12 settembre 2011


TPL, Rossi: “Gara unica, una sfida per la modernizzazione dei servizi”

FIRENZE - "La nostra battaglia non è sui tagli ma per la modernizzazione dei servizi". Così il presidente Enrico Rossi ha commentato le decisioni assunte oggi dalla giunta regionale in relazione alla gara per il trasporto pubblico locale.

"Dopodomani andrò a Roma alla riunione dei presidenti - ha proseguito - e mi batterò perchè siano ripristinate le risorse che il governo vuole tagliare, per evitare il collasso del paese. Ma nel frattempo non stiamo fermi. In Toscana con la gara unica riusciremo a produrre razionalizzazione e risparmi e una maggiore produttività, senza tagli. Le province provvederanno alla riorganizzazione dei percorsi, risparmieremo sui consigli di amministrazione che passeranno da 14 a uno, sugli acquisti, sulle forniture. Quanto all'accesso ai servizi, a biglietti e tariffe, ci serviremo dell'Isee, lo strumento che tiene conto dell'effettiva situazione economica delle famiglie".

"Dopo le manifestazioni contro la manovra - ha concluso il presidente Rossi - si al lavoro per governare la Toscana con spirito di equità e di innovazione. Siamo la prima regione italiana a lanciare questa sfida. Che sarà un vero processo di liberalizzazione, non di privatizzazione".

Per l'assessore ai trasporti Luca Ceccobao "si tratta di riprogettare la rete del trasporto pubblico locale dimensionandola sulla realtà sociale territoriale. Per far questo - ha proseguito - bisogna che sia più forte la dimensione industriale dei servizi. Dobbiamo salvare il settore, tutelare i 6000 addetti e tutti i cittadini toscani che usano i mezzi pubblici, nelle città come nei territori più periferici. Con le risorse stanziate rinnoveremo un parco macchine troppo vecchio. Ci diamo nove anni di tempo e una sola testa pensante: è la nostra sfida".

"La gara - ha proseguito l'assessore Cecobao - sarà un'ottima occasione offerta alle imprese pubbliche per rafforzarsi. Spetta a noi integrare il trasporto su gomma con quello su ferro. Nel 2004 avevamo 74 contratti, oggi ne abbiamo 14, alla fine ne avremo due, uno per la rete su gomma e uno per quella su ferro, un'unica azienda per il Tpl e un unico biglietto per tutte le tipologie di mezzi".