[Comunicato stampa Giunta regionale Emilia - Romagna]
Emergenza neve - Il presidente Errani chiede al Governo lo slittamento di un mese per dichiarazioni e versamenti da parte delle imprese dell'Emilia-Romagna, rispetto al termine previsto per il prossimo 16 febbraio

martedì 7 febbraio 2012


Emergenza neve - Il presidente Errani chiede al Governo lo slittamento di un mese per dichiarazioni e versamenti da parte delle imprese dell'Emilia-Romagna, rispetto al termine previsto per il prossimo 16 febbraio

Bologna – Il presidente della Regione, Vasco Errani, chiede un intervento del Governo perchè venga accordato lo slittamento di un mese per le comunicazioni e i relativi pagamenti presso l’Agenzia delle Entrate, l’Inps e l’Inail da parte delle imprese dell’Emilia-Romagna. Ciò a seguito del permanere delle condizioni di grave difficoltà causate dalle eccezionali nevicate e conseguenti gelate e delle previsioni per i prossimi giorni. Una situazione che ha spinto lo stesso Errani a dichiarare con un decreto presidenziale lo Stato di crisi regionale in tutti i territori provinciali.

La richiesta è stata avanzata oggi dal presidente Errani, tramite lettera indirizzata al sottosegretario Antonio Catricalà, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in linea con quanto chiesto nelle scorse ore alla Regione dalle Organizzazioni imprenditoriali.

In particolare, dice la richiesta, dai contatti con le Associazioni imprenditoriali “emergono significative difficoltà anche nello svolgimento dell’attività quotidiana delle migliaia di imprese del nostro territorio”, che a causa della situazione di disagio “chiedono di sostenere la richiesta di proroga dei termini per la presentazione delle dichiarazioni e dei versamenti previsti per il prossimo 16 febbraio, a seguito dei ritardi cumulati nelle elaborazioni dei dati e delle relative comunicazioni”.