[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
CURE PALLIATIVE,FORMIGONI:PRESTO LINEE INDIRIZZO

giovedì 24 maggio 2012


 

L'INTERVENTO DEL PRESIDNETE ALL'XI GIORNATA DEL SOLLIEVO

 

Entro il prossimo mese di giugno la Giunta lombarda approverà le nuove linee di indirizzo sulle cure palliative e la terapia del dolore, necessarie a garantire una risposta omogenea e appropriata in questi ambiti per tutte le strutture socio-sanitarie operanti a livello regionale.

Lo ha annunciato oggi il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, intervenendo al convegno organizzato a Palazzo Pirelli, in occasione della XI Giornata nazionale del sollievo e a due anni dall'approvazione della legge 38/2010, che tutela il diritto dei malati e delle loro famiglie all'accesso alla rete delle cure palliative e a quella della terapia del dolore.

"Questa Giornata - ha spiegato Formigoni - rappresenta un momento particolare, che si svolge con cadenza annuale, pensato per mantenere viva la nostra vicinanza a favore di tutti coloro che stanno soffrendo o terminando il loro percorso di vita. Si tratta anche di un'occasione preziosa per comunicare e diffondere i progressi che la scienza medica e le nostre strutture sanitarie stanno rapidamente compiendo in questo senso".

 

GRUPPI DI LAVORO - La redazione delle nuove linee di indirizzo è curata da tre differenti Gruppi di Approfondimento Tecnico - Cure palliative, Cure palliative pediatriche e Terapia del dolore - attivati da circa un anno presso l'Assessorato alla Sanità. Essi coinvolgono i maggiori esperti del settore, con la finalità di redigere documenti tecnici che definiscano:

- le procedure organizzative/gestionali e percorsi diagnostico-terapeutici volti a garantire la continuità dei percorsi assistenziali erogati nell'ambito dei diversi livelli assistenziali (ospedaliero, residenziale, territoriale);

- i programmi formativi specifici rivolti ai professionisti/operatori attivi nei diversi ambiti (Cure Palliative, Cure Palliative Pediatriche e Terapia del Dolore) per i differenti target professionali e del volontariato coinvolti;

- un modello organizzativo di coordinamento della rete di Cure Palliative e della rete di Terapia del Dolore.

 

ALLENZA TRA TUTTI I SOGGETTI - "Per governare la complessità del mondo sanitario - ha detto ancora il presidente - occorre un patto che sappia reclutare tutte le migliori intelligenze professionali rispetto agli obiettivi che vogliamo raggiungere:

garantire livelli qualitativi sempre migliori a fronte di risorse sensibilmente inferiori".

"Da anni il governo regionale - ha aggiunto Formigoni - è concentrato per vincere questa sfida, in particolare agendo sulla leva dell'appropriatezza delle prestazioni erogate. Nessun intervento in questo senso potrebbe però venire realizzato con efficacia senza il consapevole e convinto protagonismo del personale medico e di tutti gli operatori, nell'ottica di stabilire una sempre più forte alleanza tra chi fa le regole, tutti voi che operate all'interno di esse, e il paziente che ne beneficia".

"Desidero, a questo proposito - ha concluso Formigoni - rivolgere un ringraziamento particolarmente sentito alle Associazioni di pazienti, di cui molte sono oggi presenti in sala, che svolgono un ruolo insostituibile anche in questo senso".