+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Toscana]
Elisoccorso, Marroni inaugura il nuovo Pegaso a Marina di Massa

venerdì 31 agosto 2012

 

FIRENZE – Un nuovo elicottero, più grande e più potente del precedente Pegaso 3, in grado di volare sul mare e durante la notte, e che può quindi fare servizio 24 ore su 24 anche sulle isole. E’ in funzione dal marzo scorso nella base di Massa Carrara, ma l’inaugurazione ufficiale è stata oggi pomeriggio, all’aeroporto del Cinquale, alla presenza dell’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni, del direttore generale della Asl 1 Maria Teresa De Lauretis e del direttore del Dipartimento emergenza e accettazione della Asl 1 Alberto Baratta.

“Con questo nuovo, potente elicottero – spiega l’assessore Marroni – la Regione Toscana ha esteso il servizio notturno della base di Massa Carrara anche alle isole dell’arcipelago toscano, duplicando il servizio già svolto dal Pegaso della base di Grosseto, e mettendo di fatto in sicurezza gli abitanti delle isole e i numerosi turisti che ci vanno in vacanza. L’emergenza deve essere assolutamente coperta 24 ore su 24, in modo particolare sul mare e sulle isole”.

Il nuovo elicottero, che è entrato in servizio nella base di Massa Carrara è un velivolo AW 139 nuovo di fabbrica. Un elicottero di medie dimensioni di ultimissima generazione, con un peso massimo al decollo di 6.800 kg (più del doppio rispetto al vecchio elicottero). E’ dotato di due motori (turbine) di circa 1.900 KW ciascuno. Ha una particolare facilità di imbarco del paziente, grazie alle porte di notevoli dimensioni. Ha una notevole autonomia e può volare fino a 2 ore e mezzo. Ha un verricello di soccorso della lunghezza di 90 metri, in grado di recuperare fino a 270 Kg, particolarmente utile nelle zone impervie delle Apuane e nelle cave dei bacini marmiferi di Massa e Carrara. E’ dotato di sistema EGPWS (Early ground prossimity warning system), sistema di bordo utilissimo, in grado di avvisare il pilota della presenza di ostacoli al suolo; EVS (Enanced Vision System): un sistema di bordo che consente una visione più chiara nelle situazioni di nebbia o foschia; e GPS Moving Map integrato nel cockpit: sistema di navigazione tipo GPS cartografico, che consente al pilota la consapevolezza della posizione rispetto al territorio in cui vola.

In Toscana il servizio di elisoccorso è organizzato con 3 basi operative, una per ciascuna Area Vasta:
- elicottero Pegaso 1, con base all’ospedale Santa Maria Annunziata (Ponte a Niccheri), nella Asl 10 di Firenze, per il servizio diurno;
- elicottero Pegaso 2, con base all’ospedale Misericordia, nella Asl 9 di Grosseto, per il servizio diurno e notturno;
- elicottero Pegaso 3, con base all’aeroporto del Cinquale, nella Asl 1 di Massa Carrara: ora, con il nuovo apprecchio, per il servizio diurno e notturno.

Ciascun elicottero ha una propria specificità. Gli elicotteri di Massa e Grosseto sono abilitati al sorvolo del mare, sia di giorno che di notte. Gli elicotteri di Massa e Firenze operano anche in zona montana e impervia, mediante l’utilizzo a bordo di personale del Soccorso alpino e speleologico toscano, con la specifica qualifica di tecnico di elisoccorso.

Nel 2011 il servizio regionale di elisoccorso ha effettuato 1.885 interventi, dei quali 1.016 primari, 417 secondari, 246 annullati e 206 notturni. Di questi, 226 interventi sono stati svolti per isole dell’arcipelago toscano (147 isola d’Elba, 64 isola del Giglio, 8 Capraia, 7 Giannutri).

Notizie correlate:

Elisoccorso, raddoppia l’assistenza per le isole

Marroni inaugura la nuova piazzola per l’elisoccorso a Abbadia San Salvatore

Primo atterraggio di Pegaso 2 nella piazzola di Portoferraio