[Comunicato stampa Giunta regionale Piemonte]
GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE, QUAGLIA: “SENSIBILIZZARE I GIOVANI ALLA PREVENZIONE DEL FENOMENO”

martedì 20 novembre 2012


 

Domenica 25 novembre in Piazza Castello gazebo di Move Up ed Help Donna

 

“La giornata contro la violenza alle donne contribuisce a mettere in luce un fenomeno molto diffuso, che nega ancora oggi alle donne pari opportunità e che rappresenta una grande sfida per le istituzioni: dobbiamo far emergere appieno una realtà spesso celata tra le mura di casa  e riuscire ad aiutare, in modo concreto, le vittime ad uscire dall’ incubo della violenza, evitando le tragedie che, purtroppo quotidianamente, leggiamo sulle cronache dei giornali”. Lo afferma l’assessore al Bilancio e Pari opportunità, Giovanna Quaglia, in occasione della commemorazione delle vittime di violenza che si è svolta oggi in Consiglio regionale. 

 

Proprio in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne, domenica 25 novembre in Piazza Castello dalle 10 alle 19, l’Assessorato alle Pari opportunità sarà presente con un gazebo dedicato al progetto Move Up e al servizio di teleassistenza Help Donna, dedicato alla sicurezza delle donne piemontesi.

 

Move up è un progetto promosso dalla Regione per la sensibilizzazione dei giovani e per la prevenzione della cultura della violenza nelle scuole, che si focalizza in particolare  sull’uso consapevole  delle nuove tecnologie, dal momento che la rete internet spesso nasconde rischi ed insidie che possono sfociare in fenomeni di discriminazione Dopo il successo della prima esperienza, che ha raggiunto 105 scuole secondarie di secondo grado del territorio regionale coinvolgendo circa 6.000 studenti, nel corso del 2013 partirà una nuova edizione di Move up, che allargherà i confini anche alla scuola primaria, secondaria di primo grado e alle agenzie formative.

 

Per tutto il giorno sarà inoltre possibile registrarsi al “numero rosa” attivato dalla Regione attraverso il progetto di teleassistenza “Help Donna”, che ha già ottenuto 6 mila adesioni sul territorio regionale: il servizio gratuito, realizzato in collaborazione con le Questure di tutte le Province, viene attivato gratuitamente sul telefono cellulare: in caso di pericolo basterà premere il tasto 5 per pochi secondi per effettuare automaticamente una chiamata rapida ad un Centro servizi dedicato; contemporaneamente vengono inviati sms di avvertimento alle persone di fiducia che sono state indicate all’attivazione del servizio.

 

Durante la giornata sarà distribuito anche un depliant con le azioni messe in campo dalla Regione contro la violenza alle donne.

 

Info: www.regione.piemonte.it/pariopportunita/cms ; www.regione.piemonte.it/helpdonna/