[Comunicato stampa Giunta regionale Umbria]
stereotipi di genere, a perugia due giornate-evento con l’artista yolanda dominguez sullo “spettacolo del corpo”

martedì 20 novembre 2012


Una performance nel centro storico di Perugia e un seminario per riflettere e confrontarsi sui temi dell’oggettivazione sessuale, la strumentalizzazione delle donne e gli stereotipi di genere nel mondo della comunicazione: sarà l’artista spagnola Yolanda Dominguez la protagonista delle giornate-evento che si svolgeranno domani mercoledì 21 e giovedì 22 nel capoluogo umbro, frutto della collaborazione tra il Centro per le Pari opportunità della Regione Umbria, il Dipartimento Istituzioni e Società dell’Università degli Studi di Perugia, l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune  di Perugia e la Consigliera di parità della Provincia di Perugia. Invitata dalle istituzioni umbre, la giovane fotografa e artista madrilena, nota a livello internazionale per i suoi progetti legati agli stereotipi e ai ruoli tradizionali di genere, le cui opere sono state presentate per la prima volta nell’ottobre scorso in Italia, a Milano, domani 21 novembre sceglierà i luoghi del centro storico di Perugia dove dar vita alle sue “provocazioni”. Attraverso le strategie dell’ironia e della decontestualizzazione, l’artista spagnola crea situazioni e ambienti nei quali gli spettatori si ritrovano coinvolti: “living” che si inseriscono nella vita quotidiana, pertanto “reale”, in modo da raggiungere più facilmente chi vi assiste e farlo partecipare attivamente all’azione scenica.

   Giovedì 22 novembre, nell’aula A del Dipartimento Istituzioni e Società dell’Università degli studi di Perugia, alle ore 10.30 Yolanda Dominguez incontrerà studentesse e studenti del corso di laurea di Scienze della Comunicazione e la cittadinanza nell’ambito di una giornata seminariale sugli stereotipi di genere. “Lo spettacolo del corpo”, questo è il titolo dell’iniziativa durante la quale sarà tra l’altro proiettato il video realizzato da Yolanda Dominguez in collaborazione con le studentesse del corso di laurea in Scienze della Comunicazione.

   Nel 1999, ricordano le organizzatrici dell’iniziativa,  l’Onu ha dichiarato ufficialmente il 25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”: se è vero che tale eliminazione passa soprattutto attraverso un mutamento culturale radicale degli stereotipi di genere e dei pregiudizi che tuttora giustificano la violenza maschile esercitata contro le donne e i minori,  quale occasione migliore di questa per sensibilizzare su queste tematiche gli studenti e l’opinione pubblica?