[Comunicato stampa Giunta regionale Umbria]
expo 2015: quale ruolo per le regioni? presidente regione umbria marini: “per noi una grossa opportunità”

lunedì 1 luglio 2013


Il “concept” di “Expo 2015”, l’Esposizione Universale di Milano che si terrà nel segno dello slogan “Feeding the Planet, Energy for Life” (Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita), è quello di un grande “albero della vita”, che, “nutrito dall’innovazione e dal talento”, dovrà compiutamente rappresentare al mondo l’immagine dell’Italia e delle sue Regioni. E proprio al ruolo delle Regioni, a 669 giorni dall’apertura – come ha puntualizzato lo stesso ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Graziano Delrio per indicare l’urgenza di un appuntamento destinato a rilanciare l’immagine internazionale e ad accelerare la ripresa economica dell’Italia – è stato dedicato stamani a Milano, presso la sala intitolata a Marco Biagi della Regione Lombardia, un incontro fra gli organizzatori di “Expo 2015”, importanti rappresentanti del governo italiano (fra cui, oltre a Delrio, i ministri per i Beni e le Attività Culturali Massimo Bray, della Coesione Territoriale Carlo Trigilia e il sottosegretario di Stato con delega all’Expo 2015 Maurizio Martina), i responsabili del “Padiglione Italia” dell’Expo e i presidenti delle Regioni. “Si è trattato di una riunione di grande importanza – ha dichiarato la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, che ha partecipato all’incontro con l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Fabrizio Bracco -; le Regioni sono state ufficialmente chiamate ad essere parte fondamentale di un evento di valore mondiale, che costituisce una occasione irripetibile per rappresentare in modo integrato e creativo le eccellenze, le ricchezze territoriali e le specificità del nostro Paese”.

   All’interno del “Padiglione Italia”, ci sarà dunque – secondo quanto delineato nella riunione di stamani – uno spazio espositivo per le Regioni, declinato essenzialmente sui temi del cibo e della sua sostenibilità, all’ambiente, al paesaggio, alla cultura e al turismo, con una particolare attenzione ai prodotti tipici, alle eccellenze agroalimentari, agli antichi mestieri e saperi, ma con una forte attenzione al presente e alle prospettive future (“Expo 2015 – hanno detto il Commissario Unico del Governo per “Expo Milano” Giuseppe Sala e Diana Bracco, Commissario del “Padiglione Italia” – non è tanto un’esposizione, quanto un veicolo d’idee ed un richiamo alla produttività”). Oltre a questo, le singole Regioni potranno partecipare, con proprie iniziative, sia a “clusters tematici” e “filiere territoriali”, indipendentemente dai limiti geografici, sia a spazi espositivi temporanei e settimane “di protagonismo”.

“Un’offerta modulare – ha commentato la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini -, che ci trova completamente preparati e in sintonia con quanto abbiamo fatto e stiamo facendo in materia di promozione e progettualità integrata, soprattutto nella filiera che unisce agricoltura, ambiente, turismo e cultura”. Nelle prossime settimane – ha annunciato, concludendo la riunione milanese, il sottosegretario Maurizio Martina, accogliendo le sollecitazioni espresse, a nome delle amministrazioni regionali dal Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome Vasco Errani, sarà costituito un “tavolo”, con la partecipazione di Governo, Regioni, “Expo 2015” e “Padiglione Italia”, per mettere a punto nei particolari le modalità con cui le Regioni prenderanno parte all’Esposizione Universale, e le “ricadute” che tali attività potranno e dovranno avere nei territori, soprattutto in termini turistici. “Le Regioni nell’Expo, ma anche l’Expo nelle Regioni”, ha sintetizzato il ministro Trigilia.

   “Noi – ha dichiarato la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini – ci attiveremo subito, individuando sia il referente operativo dell’Umbria all’interno del Tavolo, sia lavorando, in seno all’esecutivo regionale, sul coordinamento delle iniziative di tutti i settori coinvolti”.

   “‘Expo 2015’ è una grandissima occasione per il nostro turismo – ha detto l’assessore regionale umbro Fabrizio Bracco -, e ci adopereremo immediatamente per mettere a punto, con tutti i soggetti interessati, specifiche iniziative e pacchetti turistici mirati, per intercettare al meglio il gigantesco flusso di visitatori previsto per l’Expo”.