[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
OLIMPIADI,ROSSI:DIAMO PRIORITÀ A ESIGENZE ASSOCIAZIONI

lunedì 15 dicembre 2014


 

 

L'ASSESSORE SU CANDIDATURA ITALIA: CHE SARÀ TRA QUALCHE MESE?

"SOSTENIAMO PRIMA CHI LAVORA PER LO SPORT SUL TERRITORIO"

 

(Ln - Milano, 15 dic) "L'idea del Coni di proporre la candidatura olimpica è legittima e, da atleta, non posso che appoggiarla. Ora spetta al Governo verificare se può permettersela o meno". Lo dichiara l'assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi, a proposito dell'ipotesi di candidatura dell'Italia alle Olimpiadi del 2024.

 

FONDI PRIMA ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE - "Da assessore - prosegue Rossi -, ogni giorno mi confronto con le associazioni sportive del territorio, che lamentano condizioni di difficoltà per svolgere l'attività di base e faccio fatica a recuperare fondi per poterle sostenere con bandi regionali. Penso che questo problema non ci sia solo in Lombardia, ma riguardi tutta Italia. A mio avviso collegarsi con il territorio e dare risorse a chi sul territorio opera costantemente nella promozione dello sport sarebbe la strada da seguire per destinare i fondi che gli Enti pubblici hanno a disposizione, peraltro sempre più ridotti".

"In linea teorica l'apertura del Cio nei confronti della possibilità di disputare i Giochi in più città, aprirebbe la strada anche a Milano, che potrebbe scendere in pista con l'area Expo per ospitare nuovi impianti o ristrutturarne altri già esistenti - è la riflessione di Rossi -, ma, nella realtà dei fatti, le esigenze delle società sportive sono ben altre e molto più pratiche".

 

CITTADINI GIÀ CONTRARI QUALCHE MESE FA - "Il Governo oggi si impegna invece a sostenere la candidatura di Roma quando solo qualche mese fa, con il Governo Monti, la maggioranza dei cittadini era contraria all'ipotesi di ospitare i Giochi - conclude l'assessore -. Mi chiedo: cos'è cambiato da allora a oggi nel nostro Paese? E, soprattutto, cosa sarà da qui a qualche mese? Renzi manterrà la parola sulla questione Olimpiadi o sarà una delle sue promesse vane? E se non sarà più lui il premier?" (Ln)