[Comunicato stampa Giunta regionale Sardegna]
AGRICOLTURA: FALCHI, NEL 2015 IL BANDO PER ASSEGNARE LE TERRE INCOLTE REGIONALI

martedì 16 dicembre 2014


“Accolgo con soddisfazione la proposta di legge illustrata dal gruppo di Sel in Consiglio per l’assegnazione, con contratti di locazione temporanei e agevolati, delle terre di proprietà della Regione Sardegna. Le strutture dell’assessorato e le Agenzie sono al lavoro su questo tema già dalla scorsa estate e prevediamo di pubblicare il bando nelle prime settimane del prossimo anno”. Lo ha detto l’assessore dell’Agricoltura e Riforma agro-pastorale, Elisabetta Falchi, commentando la proposta di legge presentata questa mattina alla stampa dai consiglieri regionali di Sinistra ecologia e libertà. “Ad agosto siamo partiti con un’azione di monitoraggio delle terre disponibili – ha spiegato l’esponente della Giunta Pigliaru – poi ci siamo concentrati nel definire le caratteristiche che dovrebbero avere le nuove imprese agricole e gli spazi di mercato su cui dovrebbero puntare. Si tratta di un progetto ambizioso che vuole dare risposte ai tanti giovani che vogliono investire in questo settore: il ritorno alla terra non deve apparire come un miraggio romantico, ma deve creare economia e occupazione”. Le strutture dell’assessorato, incaricate di seguire la stesura del bando, assicurano che il progetto punterà da un lato sul ricambio generazionale, favorendo quindi i giovani imprenditori, dall’altro sulla valorizzazione dell’esperienza e dei saperi di chi giovane non è più. “Aiuteremo la nascita di queste nuove imprese – ha aggiunto Falchi – favorendo l’aggregazione, l’iscrizione alle organizzazioni di produttori e alle cooperative. Chi si assume la responsabilità di intraprendere questa strada lo dovrà fare come primo impegno occupazionale, perché la Regione Sardegna non è interessata a sostenere imprenditori part-time”. Il bando, che riguarderà inizialmente i terreni delle Agenzie regionali, è inquadrato all’interno di un piano più ampio che, oltre a incoraggiare l’insediamento dei giovani in agricoltura, ha come obiettivo la razionalizzazione delle aziende agricole sarde.