+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Campania]
SOPRALLUOGO DI VETRELLA SU UNO DEI TRENI EAV RISTRUTTURATI: NEL 2016 FLOTTA TOTALMENTE RINNOVATA CON 101 CONVOGLI ALL’AVANGUARDIA

martedì 10 febbraio 2015

 

Oggi, presso la sede della ex Sepsa a Napoli, l’assessore regionale ai Trasporti Sergio Vetrella, accompagnato dal direttore generale dell’Eav, Valeria Casizzone, è salito a bordo del terzo dei 13 treni Eav sottoposti a “revamping” (ammodernamento), verificando i risultati del completo rinnovamento effettuato per sostituire i vecchi convogli sulle linee della ex Sepsa (Cumana e Circumflegrea).

 

I lavori di revamping dei treni della serie ET400 - finanziati dalla Regione con 15,7 milioni di euro di fondi europei e altri disponibili e assegnati al Consorzio campano CPF in seguito a gara europea - hanno comportato la revisione generale di tutti i componenti ed apparecchiature meccaniche, pneumatiche, elettriche ed  elettroniche, garantendo un miglioramento dell’affidabilità della marcia, del comfort e della sicurezza, nonché incrementando la disponibilità di elettrotreni per assicurare al meglio i servizi.

 

I primi tre treni ‘revampizzati’ sono già in esercizio sulle linee della ex Sepsa, mentre altri sei sono in lavorazione, con consegna da parte della ditta appaltatrice prevista con cadenza bimestrale entro il 2015. Il termine dei lavori per i restanti quattro convogli è fissato per la fine del mese di agosto 2016.

 

Oltre alle lavorazioni di revisione generale, sono stati installati nuovi impianti che conseguono l’obiettivo di aggiornare le tecnologie di bordo:

 

  • nuovo sistema di trasformazione dell’energia elettrica a bordo per l’alimentazione dei circuiti ausiliari del veicolo, con l’installazione di nuovi gruppi statici;
  • impianto di condizionamento comparti passeggeri, che garantisce nei periodi estivi temperature più confortevoli e nel periodo invernale la ventilazione per un ricambio d’aria;
  • impianto di informazione ai passeggeri PIS (Passenger Information System), in grado di dare informazioni sul percorso che si sta seguendo, nonché di visualizzare sui monitor di comparto palinsesti con indicazioni  turistiche e pubblicitarie anche riferite al punto preciso che sta percorrendo il convoglio.
  • impianto di videosorveglianza nei comparti viaggiatori con l’utilizzo di:

 

ü telecamere ad alta risoluzione che trasmettono le immagini sui monitor di comparto al fine di incrementare la funzione deterrente che la videosorveglianza svolge nei confronti dei potenziali atti vandalici e di violenza a bordo;

 

ü videoregistratore per la memorizzazione delle stesse immagini per un successivo riscontro dell’evento;

 

ü  scaricamento delle immagini in tempo reale in corrispondenza degli access point per il collegamento alla rete informatica aziendale.

 

In fase di progettazione esecutiva, si è provveduto ad adeguare gli impianti alla normativa UNI 11170, relativa alla lotta al fuoco e, più in generale, alle nuove disposizioni.

 

 

Per quanto riguarda la ricaduta occupazionale, ogni mese sono impegnate in Campania nella lavorazione dei treni maestranze per un totale di 58 unità, di cui 26 specializzate in lavorazioni meccaniche e 32 in elettriche.

 

L’indotto è stimato invece in 40-45 addetti al mese, distribuiti tra Campania, Puglia, Lazio, Toscana, Lombardia e Veneto.

 

“Abbiamo voluto verificare – ha detto l’assessore Vetrella – i risultati della ristrutturazione dei primi treni della ex Sepsa sottoposti a revamping. I convogli – che da anni necessitavano di un ammodernamento - sono stati tutti dotati dei più moderni impianti tecnologici per la sicurezza e il comfort di passeggeri e dei lavoratori, oltre che per migliorarne le prestazioni. Per la prima volta anche sui mezzi della ex Sepsa ci sono impianti di videosorveglianza, aria condizionata e monitor per le informazioni agli utenti sul viaggio e i percorsi turistici. Grazie al piano regionale di rinnovamento della flotta dei treni Eav, che comprende anche altri convogli da ristrutturare e l’arrivo di quelli nuovi da Firema, finalmente potremo offrire una qualità dei servizi di alto livello, eliminando i disagi che gli utenti sono stati costretti a subire negli anni scorsi a causa della vetustà dei mezzi. In più, sottolineo che questo piano ha una importante ricaduta occupazionale, impegnando numerosi lavoratori del settore e dando respiro alle nostre aziende di costruzione ferroviaria come Firema, in un momento particolarmente difficile dal punto di vista economico.”

 

 

SCHEDA – IL PIANO REGIONALE DI RINNOVAMENTO DEI TRENI EAV

 

Entro i prossimi due anni, grazie a un finanziamento complessivo di 360 milioni di fondi, tra europei e altri disponibili da parte della Regione, la flotta Eav sarà completamente rinnovata, potendo contare su 101 treni all’avanguardia, di cui 47 nuovi e 54 completamente ristrutturati.

 

Di seguito, lo stato degli altri progetti previsti dal piano di rinnovamento:

 

Altri 41 treni in revamping

Oltre ai treni presentati oggi, è attualmente in fase di avviamento il revamping di altri 41 convogli – finanziati dalla Regione Campania con altri 81 milioni di fondi europei POR Campania FESR 2007-2013 - che andranno a rinnovare ulteriormente il parco rotabile Eav entro la fine del 2015.

 

Questi in particolare i 41 treni che saranno ammodernati:

1.      n° 25 della serie T21 (linee ex Circumvesuviana)

2.      n° 12 della serie Fe220 (linee ex Circumvesuviana)

3.      n° 1 della serie E82 (linee ex Sepsa)

4.      n° 2 della serie TIBB 125 (linee ex Metrocampania Nord Est)

5.      n° 1 della serie Firema 126.

 

 

21 nuovi convogli da Firema

Inoltre, sempre per rinnovare il parco mezzi dell’Eav, la Firema Trasporti sta provvedendo alla fornitura di 21 nuovi elettrotreni, 12 dei quali destinati alle linee ex Sepsa e 9 a Metrocampania Nord Est, anche questi finanziati dalla Regione con circa 160 milioni di euro.

 

La fornitura – che la Giunta regionale guidata da Caldoro ha sbloccato dopo anni di impasse tecnico-burocratici nel 2012 – prevede per la ex Sepsa la messa in esercizio del primo elettrotreno per il mese di giugno 2015.

 

Entro la fine del mese di luglio 2015 è prevista poi l’immissione sulle linee di altri due treni, e a seguire la cadenza delle consegne saranno di un convoglio al mese, fino a completare la fornitura per la metà del 2016.

 

Lo stato attuale della fornitura dei 9 convogli ex Metrocampania Nord Est, prevede invece la consegna a breve di due prime unità, che al momento sono in corso di omologazione.

 

I 26 nuovi Metrostar per la ex Circumvesuviana

 

Infine, è in corso di completamento la fornitura da parte del Raggruppamento Temporaneo d’Imprese AnsaldoBreda Spa/Firema Trasporti Spa dei 26 nuovi elettrotreni tipo Metrostar – finanziati anche questi dalla Regione con 103,3 milioni di euro - destinati alla linee a scartamento ridotto della ex Circumvesuviana. L’ultimo esemplare sarà immesso in servizio nel corso del corrente mese di febbraio 2015.

 

Riepilogo piano regionale rinnovamento treni Eav:

 

 

Treni

Finanziamenti   (fondi europei e altri disponibili   della Regione)

Completamento   fornitura

 

13   ex Sepsa revamping

15,7   milioni

Agosto   2016

 

41   ex Circumves., Sepsa e Metrocampania Nord Est revamping

81   milioni

Fine   2015

 

21   nuovi ex Sepsa e Metrocampania N.Est

160   milioni

Metà   2016

 

26   nuovi (Metrostar) ex   Circumvesuviana

103,3   milioni

Febbraio   2015

TOTALE

101   treni (47 nuovi e 54 ristrutturati)

360   milioni

2016