[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
VINITALY: BOLZONELLO, MEDAGLIA CANGRANDE A GALLO GRANDE ONORE PER FVG

domenica 22 marzo 2015


SODDISFAZIONE PER PREMIO INTERNAZIONALE A FELLUGA

"La medaglia Cangrande a Gianfranco Gallo è per il Friuli Venezia Giulia una grande soddisfazione e si aggiunge a quella per il riconoscimento internazionale assegnato a Livio Felluga".

Lo ha affermato il vicepresidente della Regione e assessore alle Risorse agricole Sergio Bolzonello all'inaugurazione - alla presenza del ministro dell'agricoltura Maurizio Martina - della 49ma edizione di Vinitaly a Verona, in cui il Friuli Venezia Giulia è protagonista con due riconoscimenti.

"Ci presentiamo alla grandissima, con 180 aziende rappresentative di un sistema vitivinicolo di importanza strategica per il Pil della nostra economia", ha commentato Bolzonello, sottolineando che "il comparto guarda al futuro, con l'obiettivo di essere competitivo in tutte le fasce sul mercato".

"Abbiamo aziende di eccellenza come Vie di Romans, Livio Felluga e molte altre, ma anche imprenditori che stanno sui mercati con buoni prodotti: la qualità deve essere il filo conduttore per tutte le fasce di prezzo sul mercato, anche quelle più basse", ha indicato Bolzonello.

Nel ricevere la medaglia Cangrande dal ministro Martina, Gianfranco Gallo ha affermato che "il premio lusinga me personalmente, la famiglia e la storia dell'azienda" e ha aggiunto che "quando si prendono questi premi è naturale pensare a quello che ancora si potrà fare: c'è quasi imbarazzo a portarne il peso".

Concordando con l'obiettivo indicato da Bolzonello, Gallo ha ricordato che "fare qualità in tutti i segmenti è necessario perché la natura e la conformazione geografica della nostra regione non permettono altro. Per questo abbiamo davanti a noi sfide enormi, credo mai affrontate prima perché la concorrenza ormai è planetaria. Non possiamo vivere sui vecchi allori, ma dobbiamo mettere in campo un virtuosismo ancora più estremo", ha concluso Gallo.

Gianfranco Gallo nasce nel 1961 da una famiglia agricola friulana che da generazioni si dedica alla coltivazione della vite.

Ancora studente in agraria già partecipa in prima persona alla vinificazione dell'annata 1978, che un anno più tardi rappresenterà la prima uscita commerciale con il marchio di famiglia "Gallo". Nel 1986 deve affrontare un'importante controversia internazionale, ed esce da questa situazione rinunciando al proprio nome di famiglia, scegliendo quello di "Vie di Romans" come nuovo marchio. Nel 1990 edifica la nuova cantina e sempre in quell'anno decide di vinificare le uve distinte per cru di provenienza.

Oggi l'esperienza professionale di Gianfranco Gallo è giunta al 37mo anno, dai 2 ettari vitati della fine degli anni '70 l'azienda è arrivata ai 55 di oggi e Vie di Romans, oltre a avere un importante mercato italiano, è presente in 45 paesi esteri.