[Comunicato stampa Giunta regionale Abruzzo]
DIRITTO STUDIO: AVVIATI LAVORI PRIMA RESIDENZA UNIVERSITARIA

lunedì 15 giugno 2015


SCLOCCO: LA STRUTTURA DI PESCARA OSPITERÀ 65 STUDENTI

Sono stati avviati, in data odierna, i lavori di recupero e di ampliamento della struttura di viale Bendetto Croce, a Pescara, che ospiterà la prima residenza universitaria pubblica della Regione. L'edificio in questione, che verrà completato entro settembre 2016, grazie ad un cofinanziamento del Ministero dell'Università e della Ricerca pari ad 1 milione 415 mila euro, darà ospitalità a 65 studenti. A darne notizia, questa mattina, a Pescara, in Regione, nel corso di una conferenza stampa, è stato l'assessore con delega al Diritto allo Studio, Marinella Sclocco, affiancata dal neo presidente dell'Adsu dell'Università "G. d'Annunzio" Chieti-Pescara, Tonio Di Battista, e dal direttore dell'ADSU Chieti-Pescara, Teresa Mazzarulli. "E' un sogno che si avvera - ha commentato Marinella Sclocco - grazie ad un lavoro corale e sinergico condotto da più Enti come Regione, Comnune di Pescara, Ater di Pescara e Adsu Chieti-Pescara e da più persone che, a vario titolo, si sono impegnate per centrare questo importante obiettivo". Come ha ricordato lo stesso assessore Sclocco, "l'iter prende le mosse dal lontano 1997, anno in cui la Regione dispose la realizzazione, da parte dell'allora IACP di Pescara, di un edificio da destinare a Casa dello Studente in area di proprietà regionale". Dopo varie peripezie, i lavori furono iniziati nell'ottobre 2003 e successivamente interrotti con riconsegna del cantiere da parte della ditta dell'epoca in data 18 dicembre 2006. Peraltro, è tuttora pendente un contenzioso tra l'Ater di Pescara e la ditta stessa. Si arriva così agli inizi del 2011 quando l'Adsu di Chieti-Pescara decide di avviare un percorso di residenzialità universitaria partendo da una ricognizione delle strutture esistenti nell'area metropolitana di Chieti e Pescara e avanzando proposte e soluzioni oggetto di confronto. Nell'aprile dello stesso anno, a seguito di una concreta e coordinata attività tra l'Ater di Pescara e l'Adsu Chieti-Pescara, attraverso una tempestiva rimodulazione dell'iniziale progetto preliminare da parte dell'Ater di Pescara e un corretto svolgimento di tutte le attività amministrative necessarie da parte dell'ADSU, è stato possibile rispettare tutti i termini e le condizioni consentendo alla Regione Abruzzo, tramite l'Adsu Chieti-Pescara, di accedere, per la prima volta, ad uno specifico finanziamento in favore di studenti universitari. Infatti l'ADSU ha partecipato al terzo bando ex L. 338/2000 per il cofinanziamento dei lavori di manutenzione e ristrutturazione edilizia ed urbanistica volti al recupero e all'ampliamento della struttura ubicata a Pescara, in Viale Benedetto Croce, da adibire a residenza per studenti universitari. A dicembre 2012, la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del confinanziamento del MIUR e, ad aprile 2014, la firma della convenzione ADSU-MIUR. Subito dopo, è stata indetta la relativa gara di appalto con procedura aperta conclusasi con l'aggiudicazione definitiva e efficace in favore della ditta Sari srl di Pomezia (RM) nelo scorso mese di aprile. "Appare chiaro - ha rimarcato l'assessore Sclocco - che poter disporre di una residenza universitaria pubblica a poca distanza dalle Facoltà Pescaresi, contigua alla mensa e al bar, già attivi, e collegata ad una struttura interamente dedicata ad attività culturali, costituisce al momento un unicum in Abruzzo, cui presto potranno seguire altri percorsi virtuosi".