[Comunicato stampa provincia autonoma di Bolzano]
Comunicato congiunto dei tre assessori per la fine dell’anno scolastico

lunedì 15 giugno 2015


Scuola / Cultura - In occasione della fine dell’anno scolastico, che si conclude ufficialmente il 17 giugno, i tre assessori alla scuola Christian Tommasini, Philipp Achammer e Florian Mussner fanno un breve bilancio di quanto è stato fatto ed augurano agli studenti ed alle loro famiglie buone vacanze. Un augurio particolare viene indirizzato agli studenti che stanno per affrontare gli esami di Stato.

Mercoledì 17 giugno si conclude l'anno scolastico, un anno di transizione in attesa della nuova riforma scolastica. Un anno comunque nel corso del quale la scuola altoatesina ha confermato la propria apertura verso la società e la stretta collaborazione con il mondo dell'economia, grazie ai progetti e agli accordi intercorsi con le associazioni di categoria.

"Un anno intenso"  afferma l'assessore all'Istruzione e Formazione professionale in lingua italiana Christian Tommasini "che ha visto proseguire con successo i tanti progetti per l'apprendimento delle lingue in tutti gli ordini di scuola. Il plurilinguismo rimane pilastro della nostra scuola e deve continuamente essere implementato attraverso sperimentazioni, scambi e insegnamento di alcune discipline in lingua diversa da quella madre.

Si sta lavorando molto per rendere più solido il rapporto tra la scuola e il mondo del lavoro puntando su un ulteriore aumento delle ore di stage e di laboratorio e non solo per l'istruzione tecnica e la formazione professionale. Vorremmo cercare, inoltre, di migliorare anche il percorso di orientamento professionale dei nostri giovani che devono essere stimolati nel seguire le proprie passioni, ma anche informati correttamente sulle reali forme e possibilità lavorative che li attendono".

"Per molti studenti e le loro famiglie l'anno scolastico volge a termine" afferma Philipp Achammer, assessore all'Istruzione e Cultura tedesca "ed ormai sono in partenza per le meritate vacanze. Altri, invece, tra breve, dovranno affrontare gli esami che concludono il ciclo scolastico. Per la prima volta quest'anno anche gli studenti delle scuole professionali hanno la possibilità di sostenere l'esame di maturità.

Questo titolo di studio non offre solo nuove opportunità sul mercato del lavoro, ma dà anche la possibilità di continuare gli studi iscrivendosi all'università. Nei tanti colloqui che ho avuto con gli esponenti dei diversi Ministeri a Roma e con colleghi di altre Regioni ho potuto costatare che proprio la formazione professionale altoatesina, che rappresenta una peculiarità su tutto il territorio nazionale, ci viene invidiata da molti. Questo modello scolastico, infatti, prepara i giovani a un mondo del lavoro sempre più difficile e impegnativo. Non a caso, anche il Governo centrale sta ora pensando di introdurre un sistema simile a livello nazionale".

Secondo l'assessore Florian Mussner "Il corrente anno scolastico che volge al termine è stato un anno ricco di iniziative delle nostre scuole che hanno messo accenti nuovi nel campo dell' innovazione didattica, dello sviluppo delle competenze linguistiche per i nostri alunni e alunne.

Grazie al grande impegno dei nostri docenti, dei dirigenti e del personale amministrativo delle nostre scuole abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti nel rendere la scuola più vicina alle esigenze dei nostri giovani e della società in generale. A tutti gli studenti che dovranno affrontare nelle prossime settimane gli esami conclusivi dei propri studi auguro un buon esito e tutto il bene per il loro futuro".

Il quadro della scuola complessivamente si presenta stabile con oltre 91.000 studenti divisi fra i tre sistemi scolastici. Alcuni di questi studenti affronteranno nei prossimi giorni l'impegno degli esami di stato conclusivi della scuola secondaria di I e di II grado, mentre gli altri si potranno dedicare alle meritate vacanze in attesa del nuovo percorso che li attende a settembre.