[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
REDDITO AUTONOMIA, NASCE NUOVO WELFARE DELLA GIUNTA MARONI - RIEPILOGO

giovedì 8 ottobre 2015


 

La Giunta regionale ha approvato oggi un pacchetto di cinque misure sperimentali che danno il via, da subito, al 'Reddito di autonomia' in Lombardia. Tre interventi riguardano le famiglie: Zero Ticket Sanitario (abolizione del 'superticket' ambulatoriale); Bonus Bebe' (800 euro una tantum per il secondo figlio e 1.000 per il terzo e successivi); Bonus Affitti (800 euro una tantum). Una misura e' a favore delle persone fragili (anziani e disabili): Assegno di Autonomia (voucher di 400 euro mensili per 12 mesi). Un provvedimento e' destinato ai disoccupati: Progetto di Inserimento Lavorativo - PIL (300 euro al mese per sei mesi).

I FONDI - Lo stanziamento, come ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, e' di "50 milioni per gli ultimi tre mesi del 2015 e 200 per il 2016. Una cifra che potremo aumentare, se il Governo manterra' le sue promesse circa l'inserimento dei costi standard nella Legge di Stabilita', grazie ai quali la Regione Lombardia avra' risorse aggiuntive da investire".

MISURE CONCRETE - "Si tratta - ha spiegato Maroni - di misure concrete a sostegno dei Lombardi in difficolta'. In molti credevano che non ce l'avremmo fatta, invece e' un'altra promessa mantenuta dal nostro Governo regionale nei tempi che avevamo annunciato". Il significato di questa innovativa iniziativa, ha sottolineato il presidente, "e' rendere autonomi i cittadini lombardi dallo stato di bisogno".

TEAM WELFARE - "Abbiamo costituito - ha commentato l'assessore alla Casa, Housing sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala - il 'Team welfare', con una manovra velocissima, perche' ha avuto tempi eccezionali per la Pubblica Amministrazione. E' una misura innovativa a 360 gradi, e' diretta, e' volta ad alleviare il disagio nelle famiglie".

AIUTO A DISOCCUPATI - Riferendosi in particolare all'intervento a favore dei disoccupati, l'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea ha sottolineato come si tratti di "una misura tutta lombarda, che supera il 'Jobs Act': noi ci rivolgiamo ai disoccupati da piu' di 3 anni, perche' i sussidi di disoccupazione previsti dal 'Jobs Act' arrivano fino a 24 mesi".