[Comunicato stampa provincia autonoma di Bolzano]
55 progetti Euregio nel 2016: mobilità, cultura, giovani, lingue

mercoledì 18 novembre 2015




Politica - Mobilità e ambiente, ricerca e innovazione: questi gli ambiti in cui l’Euregio Tirolo-Alto Adigerentino potenzierà la cooperazione, con una speciale attenzione dedicata alla tematica dei migranti. Le relative delibere sono state approvate oggi (18 novembre) dal GECT a Bruxelles, dove la presidenza di turno è passata dal Tirolo al Trentino. L’agenda 2016 prevede 55 progetti per 2,5 milioni euro.

Il passaggio di consegne della presidenza GECT (Gruppo europeo di cooperazione territoriale) da Platter a Rossi, secondo il principio di rotazione biennale fra i territori, è stato formalizzato a Bruxelles, dove i vertici dell’Euregio si sono riuniti in occasione del ventennale dell'Ufficio di rappresentanza europea comune di Trentino, Alto Adige e Tirolo. Definiti i progetti Euregio per il 2016, con un denominatore comune: unire le persone, farle conoscere, metterle in rete. Campi d’azione principali, ha detto Rossi, saranno formazione e ricerca, ambiente e mobilità. Il presidente Kompatscher ha sottolineato che in tema di traffico i tre territori perseguono una politica comune, confermata da tre delibere approvate oggi: “Con l’obiettivo di tutelare l’ambiente nelle regioni alpine, molto sensibili sul piano ecologico, il GECT punta a trasferire il traffico pesante dalla gomma alla rotaia contestualmente alla realizzazione del tunnel di base del Brennero e con il coinvolgimento delle regioni confinanti, come richiesto dal coordinatore TEN Pat Cox”, ha detto Kompatscher. Su proposta del collega Platter è stata inoltre decisa l’istituzione di un gruppo di lavoro che si occupi dei flussi di migranti. “Oggi circa 300 persone attraversano ogni giorno il Brennero e non sappiamo come si svilupperà la situazione. Ma è necessario monitorarla costantemente ed essere pronti”, ha spiegato Platter. Il GECT ha inoltre dotato il Fondo scientifico per la ricerca con 1,6 milioni di euro. Alla Provincia di Belluno è stato attribuito lo status di osservatore.

I progetti finanziati saranno 55, con un budget di circa 2,5 milioni di euro. Il programma 2016 approvato dall'Assemblea e dalla Giunta del GECT, prevede tra l’altro il calendario culturale dell’Euregio e il Family Pass transfrontaliero. Particolare attenzione viene posta anche all’apprendimento delle lingue e al mondo universitario. Con l’Euregio Family Pass sarà istituito un modello di sconti per famiglie, su presentazione della tessera, in aziende, istituzioni pubbliche e private, mezzi pubblici di trasporto. Nel 2016 si concretizzerà anche la realizzazione di un portale congiunto concepito come calendario culturale e canale informativo che raccoglierà eventi culturali proposti nei tre i territori dell’Euregio. Con la collaborazione di Bergrettung Tirol, CNSAS Trentino, Soccorso Alpino BRD/AVS Alto Adige e CNSAS Alto Adige si vuole sviluppare un’app per l’emergenza in montagna e rendere ancora più efficiente il salvataggio di persone ferite o disperse. Ci sarà inoltre un bollettino valanghe dell’Euregio per una migliore gestione dei rischi naturali. Nella sanità il focus 2016 sarà il centro di protonterapia di Trento come opportunità per tutto l’Euregio: maggiore collaborazione fra i tre territori, scambio di informazioni e di protocolli per offrire il miglior trattamento ai pazienti oncologici.

Strumento istituzionale transfrontaliero, il GECT avrà uno spazio di manovra sempre più ampio nelle relazioni con l'Europa e nella presenza a Bruxelles. La Giunta GECT ha definito anche una strategia per la partecipazione ai programmi comunitari.

Dettagli sulle iniziative disponibili in allegato e sul web www.europaregion.info.

Video LH Kompatscher zum Herunterladen:
https://www.youtube.com/watch?v=EEJfgVejbPI

(Autore: pf)

Allegati:
Kompatscher, Rossi e Platter nella conferenza stampa nella sede comune di Bruxelles (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 282,91 Kb)
Una politica congiunta dell'Euregio sul traffico, ha spiegato il presidente Kompatscher (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 85,74 Kb)
Una politica congiunta dell'Euregio sul traffico, ha spiegato il presidente Kompatscher (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 308,08 Kb)
Kompatscher, Rossi e Platter nella conferenza stampa nella sede comune di Bruxelles (Foto: Alexander Louvet) (image/pjpeg - 3003,27 Kb)
Progetti 2016 in sintesi (application/vnd.openxmlformats-officedocument.wordprocessingml.document - 69,78 Kb)
Una politica congiunta dell'Euregio sul traffico, ha spiegato il presidente Kompatscher (Foto: Alexander Louvet) (image/pjpeg - 3059,59 Kb)
Kompatscher, Rossi e Platter nella conferenza stampa nella sede comune di Bruxelles (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 75,83 Kb)
Platter cede la presidenza al collega Rossi (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 303,36 Kb)
L'agenda 2016 del GECT illustrata da Kompatscher, Rossi e Platter a Bruxelles (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 357,68 Kb)
Cambio di presidenza GECT: dopo i due anni dle Tirolo tocca al Trentino (Foto: Alexander Louvet) (image/pjpeg - 4288,45 Kb)
L'agenda 2016 del GECT illustrata da Kompatscher, Rossi e Platter a Bruxelles (Foto: Alexander Louvet) (image/pjpeg - 3566,2 Kb)
Platter cede la presidenza al collega Rossi (Foto: Alexander Louvet) (image/pjpeg - 4397,76 Kb)
Cambio di presidenza GECT: dopo i due anni dle Tirolo tocca al Trentino (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 75,47 Kb)
Cambio di presidenza GECT: dopo i due anni dle Tirolo tocca al Trentino (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 294,08 Kb)
Platter cede la presidenza al collega Rossi (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 77,46 Kb)
L'agenda 2016 del GECT illustrata da Kompatscher, Rossi e Platter a Bruxelles (Foto: Alexander Louvet) (image/jpeg - 94,04 Kb)


Lista completa dei comunicati