[Comunicato stampa Giunta regionale Toscana]
Presentato Profumo, un progetto per rotte marittime sicure e meno emissioni

giovedì 31 marzo 2016


Realizzare  un servizio di navigazione per il Mediterraneo  che consenta di definire rotte sicure per navi, persone e merci, e diminuire le emissioni e i costi di carburante: è questo l'obiettivo del progetto Profumo (Preliminary assessment of Route Optimisation for Fuel Minimisation and safety of navigatiOn), uno studio di fattibilità cofinanziato all'interno del programma dell'Agenzia spaziale europea Artes 20 IAP, e che ha visto il consorzio Lamma (Cnr e Regione Toscana), tra i soggetti realizzatori. I risultati finali sono stati presentati oggi nel corso di un workshop nella sede dell'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) a Roma.   Il progetto  ha permesso di produrre e testare  una serie di componenti tecnologiche necessarie a costruire un servizio per la navigazione marittima, calibrato sul Mediterraneo, che incrocia dati satellitari e terrestri. Mentre i servizi attualmente in commercio riguardano rotte oceaniche e sono basati su previsioni meteo-marine a larga scala, grazie a Profumo è possibile aggiungere l'utilizzo di dati e parametri meteo-marini raccolti dalle imbarcazioni in modo cooperativo, e previsioni ad alta risoluzione su scala locale, garantendo un servizio utile anche per l'ottimizzazione delle rotte di medio e breve raggio.  La navigazione nel Mediterraneo ha infatti caratteristiche molto diverse da quella oceanica, anche in relazione alla sua complessità geografica e vulnerabilità ambientale.   Al seminario di stamani avrebbe dovuto partecipare anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che è invece stato trattenuto da un impegno istituzionale non previsto. Ma il presidente ha voluto ugualmente far arrivare il suo saluto: "La Toscana,  attraverso il consorzio Lamma  - ha detto - è in prima fila  nello studio e nella progettazione di un sistema avanzatissimo che si avvale anche del suo know how per fornire informazioni meteo precise e funzionali a migliorare le rotte in termini di sicurezza e efficienza. E' un progetto importante per le ricadute in termini di sicurezza e salvaguardia dell'ambiente".    Il presidente ha quindi affermato la volontà di "candidare la Toscana, attraverso il Consorzio Lamma (che ha anche una sede tematica a Livorno dedicata al mare), quale luogo per la realizzazione di un centro per lo sviluppo di servizi operativi basati sulla meteorologia a supporto della navigazione marittima nell'intero Mediterraneo e delle emergenze in mare ."