[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
CULTURA: STAND FVG AL SALONE DEL LIBRO A TORINO DAL 12 AL 16 MAGGIO

domenica 8 maggio 2016


Il Friuli Venezia Giulia si presenta al 29esimo Salone del Libro, in programma a Torino dal 12 al 16 maggio, come la regione italiana con il primato di lettura. Sulla base dei dati 2015 forniti dall'Associazione Italiana Editori, il Friuli Venezia Giulia è infatti la regione d'Italia con più lettori in proporzione alla popolazione. Rispetto infatti alla media nazionale, che si ferma al 43%, il 56,4% dei residenti in Fvg legge almeno un libro all'anno.

In uno stand di 100 metri quadrati, al padiglione 2 del Lingotto, dove si svolge il Salone, saranno presenti le eccellenze culturali della regione. Il progetto, promosso dalla Regione e coordinato con la Fondazione Pordenonelegge.it, vedrà dunque l'attiva partecipazione di Mittelfest, vicino/lontano, èStoria, Premio giornalistico internazionale Marco Luchetta, Fondazione Aquileia, Villa Manin, Scriptorium e Jazz&Wine, oltre naturalmente al festival Pordenonelegge. E ci sarà una corposa partecipazione delle case editrici della regione.

"La presenza regionale al Salone del Libro di Torino è il risultato di una stretta collaborazione fra le direzioni regionali" affermano il vicepresidente e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello e l'assessore alla Cultura Gianni Torrenti. "Abbiamo raccolto le eccellenze culturali del Friuli Venezia Giulia per proporre un'offerta integrata che diventi elemento di valorizzazione della nostra proposta turistica".

L'obiettivo - spiegano i due assessori - è proseguire in questa direzione per costruire un nuovo modello che riesca a esplicitare il potenziale creativo ed economico di questo comparto. Lo stand diventerà spazio di incontri, tutti in streaming, dove le migliori manifestazioni culturali del Friuli Venezia Giulia si presenteranno e dialogheranno con le specificità dei loro territori di riferimento.

Uno spaccato significativo di Friuli Venezia Giulia sarà presentato al Salone del Libro: lo scrittore Giuseppe Culicchia sarà voce, con i curatori e promotori, dell'evento Pordenonelegge e delle mille suggestioni letterarie e culturali che ogni anno schiude.

Il portavoce Unicef Andrea Iacomini, al suo primo romanzo presentato in anteprima, testimonierà col premio Luchetta lo stretto legame fra attualità e parola letteraria. Mittelfest e il cantautore Simone Cristicchi porteranno al Salone la poesia e magia dello spettacolo dal vivo.

L'emozione e l'insegnamento continuo della storia, soprattutto al confine nordorientale d'Europa, si riverberà nelle parole di Matteo Giurco e nell'imminente edizione 2016 di èStoria festival a Gorizia. Jazz e Collio sono incrocio fecondo fra musica e spettacolo, turismo e scoperta di paesaggi: il Circolo culturale Controtempo racconterà questo connubio anche sfogliando le pagine fra jazz e noir di Silvia Scarrone e Franco Bergoglio.

Roberto Giurano, direttore dello Scriptorium Foroiuliense presenta le attività della sua scuola e il libro di Maria Grazia Colonello "Il Principe Scribano". Villa Manin, infine racconterà l'attività della sua prestigiosa sede e il neo nato hub per la valorizzazione del patrimonio culturale regionale.

Anche quest'anno inoltre, su richiesta del Salone del Libro, la Fondazione Pordenonelegge.it curerà 10 incontri dedicati alla poesia: sette di questi si terranno nello stand della Regione e altri tre nelle sale della fiera.