+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Veneto]
LUNEDÌ 5 DICEMBRE PRESENTAZIONE DI YOUINHERIT, IL PROGETTO CHE AVVICINA I GIOVANI ALLA TRADIZIONE DELLA CANTIERISTICA E DELLA NAVIGAZIONE, PER CREARE OCCUPAZIONE E SVILUPPARE ATTIVITÀ TURISTICHE ECOSOSTENIBILI

venerdì 2 dicembre 2016

L’assessore veneto al turismo e alla programmazione Fondi UE, Federico Caner, aprirà lunedì 5 dicembre, alle ore 9.15, a Palazzo Grandi Stazioni della Regione a Venezia (Fondamenta Santa Lucia), un incontro di presentazione del progetto YouInHerit, finanziato con il Programma Central Europe 2014-2020, la cui finalità, per quanto concerne i partner italiani, è quella di valorizzare le attività artigianali della cantieristica tradizionale e la navigazione fluvio-lagunare in un’ottica di turismo sostenibile.

YouInHerit è l’acronimo di “Coinvolgimento dei giovani nella valorizzazione innovativa e rivitalizzazione dei mestieri tradizionali come patrimonio culturale per rendere le regioni più attrattive e competitive in una età dinamica”.

“Ci rivolgiamo, infatti, ai giovani – spiega Caner – per avvicinarli, attraverso questo progetto avviato lo scorso giugno e la cui conclusione è prevista per la primavera del 2019, agli antichi mestieri appartenenti alla storica esperienza veneta in ambito cantieristico e della navigazione, al fine di recuperare queste attività che rappresentano un vero e proprio patrimonio culturale, ma anche per ricreare e sostenere, in chiave innovativa, lo sviluppo di una microeconomia turistica legata all’acqua”.

Insieme agli altri due partner veneti del progetto, Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua Onlus e Marco Polo System, la Regione intende individuare le possibili politiche per creare occupazione, favorendo l’accesso dei giovani alle tradizionali professioni artigianali, garantendo nel contempo un potenziamento della navigabilità interna finalizzata allo sviluppo dell’attività turistica ecosostenibile.

All’incontro del 5 dicembre sono stati invitati enti locali, istituti scolastici, università, organizzazioni di categoria, associazioni culturali e ricreative della navigazione, artigiani, istituzioni museali, imprese, cooperative, ecc.

La Regione del Veneto sarà affiancata dal capofila del progetto, la Municipalità di Budafok - Tétény (Ungheria) e da partner polacchi, ungheresi, sloveni, croati ed italiani.