+T -T

[Veneto]
PERIMETRAZIONE PARCO COLLI EUGANEI: LE PROPOSTE DEI SINDACI ALLA REGIONE

giovedì 16 febbraio 2017

“Quattordici dei quindici sindaci dei Comuni il cui territorio è ricompreso nel Parco Colli Euganei hanno consegnato alla Regione le loro proposte in merito alla zonizzazione del Parco stesso, dando continuità e concretezza al rapporto di collaborazione istituzionale che abbiamo instaurato e che produrrà sicuramente vantaggi in termini di tutela dell’area e benefici alle comunità che in essa vivono”.

Lo comunica l’assessore regionale al territorio e ai parchi, Cristiano Corazzari, ponendo soprattutto l’accento sul fatto che da una prima veloce analisi delle proposte comunali “non si indica alcun restringimento del Parco” e che “dal territorio emerge la volontà di investire anche in futuro sulle potenzialità del Parco”.

“Contrariamente a quanto afferma chi strumentalizza per fini politici questa vicenda – afferma Corazzari –, la Regione, oltre a non avere alcuna intenzione di smantellare il Parco, formulerà addirittura una proposta che potrebbe portare all’ampliamento dello stesso, così come richiesto dai sindaci interpellati. Ora approfondiremo ulteriormente le istanze pervenute dai sindaci e quindi elaboreremo un piano di sintesi che sarà poi restituito ai Comuni per la definitiva approvazione da parte dei rispettivi consigli comunali, così come previsto dalla legge”.

In particolare Arquà Petrarca, Baone, Rovolon, Torreglia, Battaglia Terme, Monselice, Montegrotto Terme, Este e Abano Terme hanno confermato la volontà di mantenere l’attuale perimetro; Lozzo Atestino e Cinto Euganeo chiedono un piccolo ampliamento del perimetro del Parco; Vo' e Teolo propongono una riduzione di modesta entità dell’area sottoposta al Piano Ambientale; Galzignano Terme chiede una riduzione più rilevante; Cervarese S. Croce non si è pronunciato.