[Comunicato stampa Giunta regionale Veneto]
PRESENTATO IL PDL CAVE IN COMMISSIONE

giovedì 2 marzo 2017


 BOTTACIN: “AUTONOMIA AMMINISTRATIVA ALLE PROVINCE E SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO”

Oggi, durante i lavori della Seconda Commissione consiliare, l’assessore regionale all’ambiente Gianpaolo Bottacin ha relazionato sul progetto di legge 153 relativo alle norme per la disciplina dell’attività di cava.

“Con tale pdl recepiamo quanto di buon c'era già nella precedente legge 44 del 1982 – ha precisato l’assessore - aggiornandola secondo ciò che prevede l'attuale quadro normativo soprattutto in termini di Via, Vas e Vinca”.

Circa i punti di maggior novità l’assessore ha rilevato che riguardano “i diversi livelli di pianificazione dove alla Regione spetterà la pianificazione generale mentre le Province seguiranno, insieme ai comuni,  la pianificazione di dettaglio in armonia con quanto previsto nel Piano Territoriale Regionale di Coordinamento”.

“Mi piace poi sottolineare – ha proseguito Bottacin – che una volta approvata la nuova legge le autorizzazioni non verranno più rilasciate dalla Regione ma dalle Province, trasferendo ad esse quindi autonomia amministrativa. Tra gli altri contenuti della progetto di legge, non si potranno fare nuove cave fino all'approvazione del nuovo piano, sempre che il governo non ci impugni la norma; le concessioni potranno durare al massimo 30 anni e non si potranno fare discariche nelle cave”.

“Un altro aspetto importante, studiato a salvaguardia del territorio – ha concluso Bottacin – è la previsione che le cave dismesse potranno essere utilizzate per bacini di laminazione o per accumulo acqua per ricarica falde o usi irrigui”.