[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
MINORI, BRIANZA: MAI PIU' MORTI PER BULLISMO

mercoledì 31 maggio 2017


L'ASSESSORE INTERVIENE Al CONVEGNO ALL'AUDITORIUM GABER

"Dobbiamo ringraziare il papa' di Carolina per tutto quello che sta facendo, per lo spirito e la forza con le quali ha spronato le Istituzioni ad intervenire per sconfiggere il bullismo in tutte le sue forme".

Lo ha dichiarato l'assessore al Reddito di autonomia e Inclusione sociale di Regione Lombardia Francesca Brianza che questa mattina, durante l'evento promosso da Corecom Lombardia dal titolo "Cyberbullismo, sexting, web reputation: la tutela dei minori sui media" che si e' tenuto all'Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, ha consegnato un riconoscimento a Paolo Picchio, il padre della quattordicenne novarese che nel gennaio del 2013 si tolse la vita dopo aver subito atti di bullismo.

RISULTATI IMPORTANTI - "Sono stati raggiunti risultati notevoli - ha commentato Brianza durante il suo intervento - e le leggi varate sono uno strumento importante per contrastare tutti i fenomeni di bullismo".

OGNUNO FACCIA LA SUA PARTE - "Ognuno - ha proseguito l'assessore - deve fare la sua parte, a partire dai giovani, dalle famiglie, dagli insegnati. Regione Lombardia - ha ricordato - a gennaio di quest'anno si e' dotata di una legge mirata al contrasto e alla prevenzione di questi fenomeni: grazie all'investimento di 300 mila euro per il 2017, istituzioni, scuole e famiglie potranno contare su programmi e progetti per la sensibilizzazione degli studenti e delle loro famiglie, per la formazione del personale scolastico ed educativo e per il sostegno delle vittime".

ESEMPIO E MONITO - "L'esempio del papa' di Carolina che sta girando tutta l'Italia per raccontare ai giovani la sua storia - ha concluso Brianza - ci insegna molto e ci sprona a fare sempre meglio per fare in modo che episodi cosi' tragici non debbano ripetersi mai piu'".