[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
ZOOTECNIA, FAVA A MIPAAF: O MARTINA E DI GIOIA SAPEVANO DEI TAGLI O GOVERNO NON LI HA INFORMATI APPOSTA

giovedì 22 giugno 2017


"Trovo singolare e imbarazzante la risposta del ministro Martina. Che ci dica che il suo Governo ha tolto i fondi e che non si sia preoccupato nessuno di dirglielo in questi quattro mesi, fa il paio con il silenzio imbarazzato ai limiti del ridicolo di Di Gioia, che con delega del proprio presidente presidia la Conferenza Stato-Regioni da mesi.

Evidentemente Di Gioia e Martina erano troppo impegnati in questi mesi a spartirsi cariche nelle societa' pubbliche, piuttosto che a vigilare su qualcosa di cosi' macroscopico".

Cosi' l'assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, replica al ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina.

"Registro, peraltro, che dal 23 febbraio a oggi siamo stati letteralmente presi in giro - accusa Fava - perche' questi signori ci hanno fatto discutere di un Piano di ripartizione da 22,5 milioni di euro, sul quale non si e' mai raggiunta un'intesa, mentre evidentemente sapevano che i milioni disponibili erano solo sette".

"A questo punto - prosegue l'assessore lombardo - mi auguro venga riconvocata con urgenza una Commissione Politiche agricole, con la quale si discuta il piano da sette milioni e nella quale vorrei vedere quali sono le Regioni disposte a concedere l'intesa".

Dal ministro Martina una risposta che Fava giudica assolutamente inadeguata. "Risulta ridicolo cercare di addossare alle Regioni responsabilita' di tagli operati direttamente da un ministro del governo di cui si fa parte - commenta Fava -. Delle due l'una: o Martina e Di Gioia sapevano tutto e hanno tenuto tutto nascosto oppure semplicemente ne' Padoan ne' Bonaccini li hanno ritenuti interlocutori tali da dover essere messi al corrente delle proprie decisioni. In ogni caso, emerge un quadro desolante della rappresentanza politica istituzionale agricola di questo paese".