+T -T

[Comunicato stampa provincia autonoma di Bolzano]
Visita istituzionale in Azerbaigian: l’invito alla Giunta

venerdì 14 luglio 2017

Politica - “Meglio vedere una volta che ascoltare mille volte”. Con questo detto azero l’Ambasciatore Ahmadzada ha invitato nel suo paese la Giunta altoatesina.

Il vicepresidente della Provincia Christian Tommasini ha ricevuto l’Ambasciatore della Repubblica dell’Azerbaigian in Italia, S.E. Mammad Ahmadzada, nel pomeriggio di ieri (13 luglio). Durante il cordiale colloquio dall’ambasciatore è giunta la proposta di una visita istituzionale del presidente e dei vicepresidenti della Giunta in Azerbaigian. Inoltre è stata prospettata l’organizzazione di “business forum” con rappresentanti dei settori economici, dell’istruzione e della cultura, la partecipazione a eventi di caratura internazionale e la possibilità di giungere ad accordi di collaborazione. Il vicepresidente Tommasini accogliendo con favore la proposta ha affermato di volerla inoltrare al presidente della Provincia Arno Kompatscher, che rappresentava al momento dell’incontro, e alla Giunta, già nella seduta di martedì prossimo per “valutare le modalità più propizie per sviluppare relazioni culturali e in altri ambiti all’insegna della reciprocità”.

Venuto in Alto Adige già dieci anni fa al seguito dell’ambasciatore dell’epoca del quale era stretto collaboratore, Ahmadzada, nominato lui stesso ambasciatore un anno fa, ha detto di aver avuto il desiderio di ritornarci. La provincia di Bolzano presenta, infatti, affinità con l’Azerbaigian, sia dal punto di vista territoriale che della multiculturalità e della presenza di molteplici etnie.

Il paese asiatico, che, ricorda l’ambasciatore Ahmadzada, “è in eccellenti rapporti con l’Italia sia in ambito commerciale che culturale, punta sempre più alla diversificazione economica. In questo sforzo va la promozione dello studio, con accordi fra atenei europei, in particolar modo in specialità scientifiche e tecniche, che costituiscono infatti valore aggiunto per l’industrializzazione”.

All’ambasciatore azero il vicepresidente della Provincia Tommasini ha parlato delle eccellenze altoatesine nel settore delle tecnologie alpine e dell’edilizia sostenibile con formazione di livello offerta dall’Agenzia CasaClima per i progettisti e tecnici, e della particolarità dell’ateneo di Bolzano con programma di studi in tre lingue ed indirizzi specialistici d’interesse.

Parlando della peculiarità della “piccola terra altoatesina quale ponte fra culture ed esempio di gestione della compresenza delle esigenze di varie etnie e culture che riscuote interesse a livello internazionale” il vicepresidente Tommasini ha affermato “la cultura e la formazione e lo scambio sono elementi fondamentali per rafforzare le realtà plurali”.

Nella sua visita in Trentino-Alto Adige l’ambasciatore è accompagnato da Elmar Baghirov, terzo Segretario dell’Ambasciata. La sua roadmap comprende incontri con il rettore della Libera università di Bolzano Paolo Lugli, con il presidente della Camera di commercio Michl Ebner e con il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi.