+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Valle d'Aosta]
Studenti internazionali dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo in viaggio didattico in Valle d’Aosta

lunedì 25 settembre 2017

Giovani da sette nazioni alla scoperta della gastronomia, cultura, sostenibilità di un territorio alpino di grande valore

Sono quattordici gli studenti del corso di laurea triennale in Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN), provenienti da Italia, Austria, Bulgaria, Germania, Irlanda, Kenya e Svizzera, che per una settimana da lunedì 25 settembre 2017 saranno in visita in Valle d’Aosta.

Positivo il commento dell’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali Laurent Viérin : “Si consolida con un nuovo viaggio didattico in Valle d’Aosta, per studenti iscritti al corso di Scienze gastronomiche, la collaborazione tra l’Assessorato e l’Università di Pollenzo. I viaggi didattici, che sono una componente fondamentale del protocollo d’intesa, consentono di tradurre le lezioni teoriche in pratica attraverso visite, lezioni, degustazioni e alla scoperta del territorio valdostano e delle produzioni della filiera agroalimentare di qualità della nostra Regione.

Questo nuovo viaggio tematico che abbiamo proposto ai ragazzi, dedicato alla conoscenza della nostra Valle d’Aosta rurale, offrirà valida occasione per scoprire il mondo agricolo valdostano e alcune importanti realtà presenti sul territorio che si occupano della filiera lattiero-casearia, di erbe officinali e di viticoltura”.

Numerosi gli appuntamenti per i ragazzi nel corso della settimana, tra i quali si segnalano le visite: all'Institut Agricole Régional con l’annessa cascina di Mont Fleury per conoscere le attività svolte nel settore lattiero caseario e vitivinicolo (assistenza tecnica, ceppoteca fermenti autoctoni, sperimentazione, formazione casari); al magazzino di stagionatura della Cooperativa Produttori Latte e Fontina di Valpelline per conoscere la storia e la produzione della Fontina DOP, prodotto d’eccellenza della Valle d’Aosta; all'apiario sperimentale di Saint-Marcel per conoscere e degustare i mieli valdostani con i tecnici dell’Assessorato; alla sede locale Cooperativa Produttori Latte e Fontina, per approfondire gli aspetti legati alla commercializzazione della Fontina DOP.

Col viaggio didattico sarà data attenzione anche alla filiera delle piante officinali, attraverso le visite programmate alla Fondazione Sistema Ollignan a Quart, alle attività di distillazione delle erbe officinali per l'estrazione degli olii essenziali, al Centres d’études Les Anciens Remèdes di Jovençan, dove gli studenti saranno coinvolti in attività specifiche (visite e laboratori nell’orto etno-botanico) e al Centro agricolo dimostrativo regionale, per parlare di semina, raccolta, riconoscimento di piante officinali con i referenti dell’Assessorato.

Una giornata infine sarà dedicata al settore vitivinicolo con la presentazione alla Cave Mont Blanc del laboratorio di sperimentazione enologica in alta quota, dove all’interno della cantina, grazie al progetto iniziato nel 2007 presso il rifugio Monzino, si produce lo spumante metodo classico Vallée d’Aoste DOC Blanc de Morgex et de La Salle “Cuvée des Guides”.

Mercoledì 27 settembre la delegazione UNISG incontrerà, nella sede dell’Assessorato Agricoltura e risorse naturali, l’Assessore Laurent Viérin, che aggiunge ancora: “I viaggi didattici che si svolgono in Valle sono per noi decisamente significativi perché permettono di promuovere la rete delle nostre eccellenze enogastronomiche e formare, ed informare, giovani che potranno in futuro essere ambasciatori della nostra realtà agricola in Italia e all’estero.”