+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Sardegna]
A SINNOVA LA GIORNATA TUTTI A ISCOL@. PIGLIARU: SGUARDO SULLA SARDEGNA DEL FUTURO DIGITALE. E NUOVE TECNOLOGIE SONO IL FUTURO DELLA NOSTRA SCUOLA

sabato 7 ottobre 2017

Cagliari, 7 ottobre 2017 - “Abbiamo voluto dedicare la terza giornata di Sinnova, il nostro salone dell’Innovazione, a Tutti a Iscol@. Laboratori, tecnologie, giochi e sperimentazioni mostrano quanto stiamo facendo sul fronte della didattica nel nostro piano straordinario per la scuola. Se con Iscol@ diamo alle nostre bambine e bambini, ragazzi e ragazze, edifici scolastici accoglienti e sicuri, adatti agli insegnamenti di oggi, con Tutti a Iscol@ ci mettiamo dentro il ‘software’: è il nostro contributo perché possano avere una didattica adeguata ai tempi, che li metta nelle condizioni di competere con i migliori e dia loro strumenti efficaci per affrontare e costruire il futuro”. Lo ha detto il presidente della Regione Francesco Pigliaru, questa mattina nella Manifattura Tabacchi di Cagliari per la terza giornata di Sinnova 2017, dedicata alle scuole e ai laboratori del progetto Tutti a Iscol@.

Sinnova si conferma un appuntamento fondamentale per allargare lo sguardo sulla Sardegna del domani – ha spiegato Francesco Pigliaru – e le scuole devono innovarsi quanto e più delle imprese. È bellissimo vedere oggi questi corridoi animati da tantissimi laboratori. Il digitale, anche quello legato al gioco, crea l’entusiasmo di cui abbiamo enorme bisogno per contrastare la dispersione scolastica: parla il linguaggio dei giovani e offre loro nuove motivazioni. Il nostro progetto sulla scuola, con Iscol@ e Tutti a Iscol@, è uno tra i più ricchi e articolati esistenti oggi in Italia sull’istruzione: stiamo finanziando gli interventi per connettere tutti gli istituti con la fibra, stiamo migliorando gli edifici scolastici già esistenti e stiamo spingendo perché sempre più Comuni si uniscano per progettare scuole di territorio nuove e moderne – ha  concluso il Presidente Pigliaru –, adatte quindi ad accogliere la migliore didattica”.