+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Piemonte]
GARA D’APPALTO SERVIZIO DI PULIZIE OSPEDALE DI IVREA

giovedì 9 novembre 2017

SAITTA: “ L’ASL TO4 DISPONIBILE AL CONFRONTO CON LE ORGANIZZAZIONI DEI LAVORATORI”

La Direzione generale dell’Asl To4 si è resa disponibile a incontrare le organizzazioni sindacali di categoria per valutare ogni iniziativa rivolta al giusto trattamento dei lavoratori, ricordando, però, che non vi è possibilità di modificare le condizioni contrattuali in corso di appalto senza motivazioni oggettive.”

Così l’assessore alla sanità, Antonio Saitta, in risposta a due question time discusse oggi in Consiglio regionale.

La gara d’appalto del servizio di pulizia risale al 2013: venne indetta dalla Federazione Sovrazonale Torino 2 nord e aggiudicata dall’Asl To2 (nel frattempo subentrata) il 10 ottobre 2014.

L’aggiudicazione riguarda presìdi e sedi della ex Asl TO2 ed dell’Asl TO4 per una durata contrattuale di 60 mesi. Il capitolato della Federazione prevedeva che ai fini dell’aggiudicazione il punteggio dei concorrenti venisse calcolato secondo la formula 40/60, valutando la qualità 40 punti e il prezzo 60 punti. Una formula differente a quella cui si è attenuta e si attiene l’Asl in tutti i bandi di gara interessati e attivati successivamente alla dgr n. 13 del 30 maggio 2016, che prevede una suddivisione 70/30, valutando la qualità 70 punti e il prezzo 30 punti.

Il contratto tra la Asl TO4 e la Eporlux (capogruppo del raggruppamento di imprese aggiudicatario, alla quale poi è succeduta la CM Service) è stato sottoscritto l’8 maggio 2015, mentre la decorrenza contrattuale è stata fissata nel 1 aprile 2015.

Le prestazioni contrattuali, regolate dal capitolato originario e dall’offerta Eporlux, alla quale CM Service è subentrata alle medesime condizioni, scadono il 31 marzo 2020.

L’aggiudicazione in questione è vincolante sia per l’appaltatore che per l’appaltante: non vi è alcuna possibilità di modificare le condizioni in corso di appalto.

“Fino agli ultimi avvenimenti, l’Asl TO4 non aveva mai avuto richieste di apertura di tavoli specifici con i lavoratori impiegati nell’appalto nelle sedi e nei presìdi dell’area di Ivrea, né con i sindacati di categoria in relazione a problematiche insorte con la ditta CM Service.

 In ogni caso, la direzione dell’Asl TO4 provvede costantemente a richiedere all’appaltatore la certificazione di regolarità contributiva e metterà in atto controlli relativi al mantenimento della tipologia di contratti applicati (CCNL Multiservizi)”- ha detto Saitta.

La ditta CM Service a partire dall’estate 2017 ha richiesto una revisione dei prezzi rispetto a quelli di gara, motivandola con errori del capitolato iniziale, differenze di metrature, differenza di classificazione delle aree e diverse interpretazioni delle norme capitolari.

E’ stato così aperto un “tavolo tecnico” tra l’Azienda sanitaria e l’operatore economico per effettuare una verifica puntuale della situazione.

Solo al termine di questa verifica sarà possibile definire il se e l’eventuale quantum dovuto dall’Asl To4 alla CM Service, ovviamente soltanto qualora risultassero veritiere le richieste esposte. La verifica, attualmente in corso, si concluderà entro il mese di novembre.