+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
GRANDE GUERRA, CIOPPA: REGIA MARINA ESEMPIO DI DEDIZIONE EROICA ALLA PATRIA

martedì 14 novembre 2017

(Lnews - Milano, 14 nov) "Partecipare a questo incontro, organizzato nell'ambito del ciclo di conferenze nel centenario della Grande Guerra, e' per me motivo di grande emozione". Cosi' il sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia Gustavo Cioppa a margine della conferenza 'La Regia Marina nella Grande Guerra', al Comando 1ª Regione Aerea, in cui Maurizio Cabona ha intervistato l'Ammiraglio di Squadra Ferdinando Sanfelice di Monteforte.

UNO SGUARDO CONOSCIUTO - "Questa sera ho rivisto negli occhi dell'Ammiraglio di Squadra Ferdinando Sanfelice di Monteforte - ha sottolineato il sottosegretario Cioppa -, lo sguardo fiero di mio padre, Egidio Marco Cioppa, anch'egli Ammiraglio di Squadra". "Nelle sue parole - ha proseguito - ho ritrovato la passione di chi vuole raccontare e condividere i ricordi di una vita, degli eroi che hanno guidato la Regia Marina prima e la Marina Militare poi nelle Guerre".

REGIA MARINA VOLUTA DA CAVOUR - "Ricordare - ha spiegato il sottosegretario -, l'origine della Regia Marina, fortemente voluta da Camillo Benso conte di Cavour che aveva il progetto ambizioso di creare una potente forza navale a servizio del Regno d'Italia la presenza come unita' di pattugliamento e difesa dei mari e delle coste, fa rivivere in ciascuno di noi le avventure di eroi che domavano i mari e i cieli, difendendo il proprio Paese e i propri ideali".

PRESENZA SIGNIFICATIVA - "Non furono grandi battaglie quelle della Marina nel Primo conflitto mondiale - ha detto il sottosegretario Cioppa -, ma significativa fu la sua presenza a pattugliamento dei mari". "Nella Grande Guerra - ha proseguito - l'impulso maggiore nella produzione venne rivolto ai mezzi della componente aerea della Marina. Furono infatti utilizzati, da quest'ultima, oltre agli aerei e ai dirigibili di stanza a terra anche idrovolanti installati a bordo e furono inoltre concepiti ed approntati nuovi mezzi d'assalto e mezzi veloci. Vere e proprie peripezie".

CONOSIAMO I NOSTRI EROI SOTTO ALTRI ASPETTI - "Il taglio di questi incontri - ha concluso il sottosegretario Cioppa - ci regala la possibilita' di conoscere aspetti forse meno conosciuti della Grande guerra, suscitando emozioni, curiosita' e, al tempo stesso, riconoscenza per questi altri eroi che hanno combattuto per gli ideali piu' nobili su cui si fonda il nostro Paese".

(Lnews)