[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
INFORTUNI SUL LAVORO, ASSESSORE AL WELFARE: DA SANZIONI 8,2 MILIONI PER 45 NUOVI ADDETTI ALLA PREVENZIONE

martedì 29 maggio 2018


"GRANDE RISULTATO, CONTROLLEREMO 1.000 IMPRESE IN PIU' L'ANNO"

(Lnews - Milano, 29 mag) "Come avevamo annunciato, oggi abbiamo approvato il Piano triennale straordinario di controlli per contrastare il fenomeno degli infortuni sul lavoro nelle imprese lombarde. Per attuarlo impiegheremo gli 8,2 milioni di euro provenienti dalle sanzioni emesse nei confronti delle imprese che non hanno rispettato le norme di sicurezza, che ci consentiranno di incrementare del 10% il numero di controlli attraverso l'assunzione di 45 nuovi addetti. L'incremento ci consentira' di controllare 1.000 aziende in piu' all'anno, rafforzando l'impegno assunto nel piano regionale 2014/2018".

Lo ha annunciato, questo pomeriggio, l'assessore al Welfare di Regione Lombardia al termine della conferenza stampa dopo Giunta.

RIPARTIZIONE - Gli 8.242.267 euro saranno cosi' ripartiti: 1 milione per l'acquisizione di strumenti e attrezzature di lavoro per l'operativita' del nuovo personale; 1 milione per l'affidamento di rapporti libero professionali di collaborazione a esperti in biologia, chimica e ingegneria; 6.242.267 per l'assunzione a tempo determinato dei tecnici della prevenzione.

IMPRESE AGGIUNTIVE - "La ripartizione delle imprese ulteriori da sottoporre a controllo alle 8 Ats - ha spiegato l'assessore - e' effettuata in proporzione al numero di aziende presenti nel territorio di competenza. Secondo questo criterio saranno 109 quelle dell'Ats Bergamo, 118 Ats Brescia, 114 Ats Brianza, 140 Ats Insubria, 376 Ats Milano, 31 Ats Montagna, 44 Ats Pavia e 68 Ats Valpadana".

PIANO MIRATO DI PREVENZIONE - "Per l'attuazione del Piano straordinario - ha aggiunto il titolare regionale della Sanita' - abbiamo scelto un modello gia' utilizzato in molte Ats, il Piano Mirato di Prevenzione. Un processo che non si limita alla verifica dell'applicazione delle norme di sicurezza, ma va a realizzare percorsi di prevenzione e buone pratiche per la tutela della salute da applicare a imprese accomunate da un identico profilo di rischio".

RIMODULAZIONE ANNUALE - Il Piano triennale sara' annualmente rimodulato in base ai proventi incassati con le sanzioni riscossi dalle Ats nell'anno precedente per consentire di valutare possibili incrementi della dotazione di organico e dell'attivita' di prevenzione.

Di seguito il numero delle aziende presenti nelle 8 Ats, quelle controllate con il piano regionale, quelle aggiuntive con il piano triennale straordinario e i tecnici della prevenzione da assumere.

 

BERGAMO      49.691          3.430  109     5

BRESCIA       53.841          4.047  118     5

BRIANZA       52.090          3.290  114     5

INSUBRIA      63.611          3.223  140     6

MILANO CM   171.130        7.180  376     18

MONTAGNA   14.003          1.533  31      1

PAVIA 19.873          1.675  44      2

VAL PADANA  31.091          2.605  68      3

 

Totale Lombardia     455.330        26.983          1.000  45 (Lnews)