[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
AREA EX ALFA ARESE,SERTORI:PROSEGUE ITER ACCORDO, PREVISTI QUASI 8 MLN PER INTERVENTI SUI TERRITORI

lunedì 30 luglio 2018


(Lnews - Milano, 30 lug) Confermata la disponibilita' a proseguire l'iter di approvazione dell'Atto integrativo all'Accordo di Programma per la riperimetrazione, la riqualificazione e la reindustrializzazione dell'Area ex Fiat Alfa-Romeo di Arese. La decisione e' stata presa in sede di Collegio di Vigilanza dell'Accordo, tenutosi oggi, a Palazzo Pirelli, e composto, oltre che da Regione Lombardia, dai sindaci dei Comuni di Arese, Garbagnate Milanese, Lainate e da Citta' Metropolitana di Milano. L'Atto prevede nuove strutture a completamento, come la realizzazione di opere con finalita' pubbliche, nello specifico un impianto sportivo all'avanguardia, affiancato da strutture per la ricerca, la cura per la persona, l'intrattenimento, oltre che a funzioni commerciali, ricettive e produttive.

I FONDI E GLI INTERVENTI - "E' stata l'occasione per fare il punto sull'avanzamento dell'Atto integrativo all'Accordo di Programma - spiega Sertori -, aggiornando gli studi circa i temi della viabilita' e del trasporto pubblico locale, e per raccogliere la disponibilita' degli Enti locali a proseguire nel percorso di approvazione".

"Si e' inoltre autorizzato il finanziamento di quasi 4 milioni di euro per il nuovo sottopasso dell'autostrada A8 in Comune di Lainate - continua l'assessore -, oltre alla realizzazione di una rotatoria fra Rho e Lainate e al completamento della riqualificazione della via Trattati di Roma, in comune di Garbagnate Milanese. Infine si sono anche destinati 3,6 milioni di euro per opere nei Comuni di Arese, Garbagnate, Lainate e Rho, nell'ambito di interventi di natura ambientale e viabilistica".

SEGNATO UN PUNTO DI RIPARTENZA - "Il tavolo - sottolinea ancora Sertori - ha lavorato in piena sinergia e con spirito costruttivo, per verificare alcuni temi delicati quali la viabilita' e il trasporto pubblico locale sull'area, oltre a questioni di carattere ambientale".

"Saranno necessari ulteriori approfondimenti tecnici da svolgersi con i Comuni - conclude - oggi, comunque, abbiamo segnato un punto di ripartenza con l'obiettivo di coniugare il completamento dello sviluppo dell'area con i rilevanti investimenti che potranno essere messi in gioco, sia in termini economici che di posti di lavoro, unitamente alle esigenze territoriali delle comunita' residenti, in particolare legate alla viabilita' e al collegamento del trasporto pubblico con la citta' di Milano". (Lnews)