+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Toscana]
Estensione trasporto scolastico ai cittadini, accordo Regione-Comuni Valtiberina

mercoledì 8 agosto 2018

 

Scritto da Redazione, mercoledì 8 agosto 2018 alle 12:46

FIRENZE - Da settembre i cittadini della Valtiberina toscana potranno usufruire del servizio di trasporto rivolto agli studenti. Oggi, a Sansepolcro presso la sala consiliare di Palazzo delle Laudi, la firma dell'accordo tra Provincia, Regione ed i Comuni di Sansepolcro, Anghiari, Monterchi, Caprese Michelangelo e Sestino.

L'accordo prevede l'ampliamento dei servizi di mobilità cittadina dei propri territori entro il Contratto Ponte tpl regionale. A partire dal prossimo settembre il servizio di trasporto scolastico gestito da One scarl e rivolto agli studenti delle scuole elementari e medie dei cinque comuni, potrà essere utilizzato anche dai cittadini per favorire gli spostamenti tra le frazioni e il centro urbano.

"Questo - ha spiegato l'assessore regionale a infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli - consentirà a persone anziane di poter prendere il pulmino insieme agli studenti per fare alcune commissioni: andare a far la spesa, riscuotere la pensione oppure fare visite mediche. Un aiuto sostanziale per chi non ha a disposizione un'auto, un risparmio rispetto a quanto avveniva in precedenza per quanto riguarda il tpl ed un ampliamento del servizio. Questa è una delle formule che era consentita nella gara, ancora oggetto di contenzioso; adesso, con il contratto ponte, possiamo sperimentarla e là dove è già attiva, in Chianti e Mugello, sta funzionando". Soddisfazione anche da parte di Francesco Del Siena, consigliere provinciale con delega ai trasporti. "Oggi, firmando questo accordo, si va verso la sicurezza di nuovi servizi per la Valtiberina toscana, nuove corse ‘aperte' a tutti e nuovi mezzi, più moderni e sicuri. Ringrazio gli uffici regionali e provinciali e tutti le amministrazioni comunali che hanno capito il senso di fare sistema per il bene dei cittadini".

Gli orari e i percorsi saranno programmati sulla base delle attività degli istituti e delle iscrizioni degli alunni al servizio pervenute entro i termini stabiliti da ciascuna amministrazione. Le corse saranno effettuate con appositi minibus con sedili utilizzabili anche da adulti che, come tutti gli altri servizi di linea, saranno oggetto di controlli da parte del nucleo ispettivo provinciale a verifica del rispetto degli standard qualitativi stabiliti dal Contratto Ponte regionale.

Il servizio sarà accessibile con le consuete regole del trasporto di linea: fermate, orari, periodo di servizio, tariffe a fascia chilometrica omogenee per tutta la Regione Toscana. Si ricorda inoltre che, in seguito alla recente modifica del piano tariffario, sono state introdotte anche per il trasporto pubblico su gomma riduzioni per gli utenti con ISEE al di sotto dei 36mila euro. Al momento le amministrazioni valtiberine hanno deciso sperimentare l'estensione del servizio sul solo trasporto scolastico, tuttavia non sono esclusi futuri ampliamenti di rete e orari. Molto dipenderà dalla risposta che la cittadinanza fornirà a questo nuovo progetto.