+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Toscana]
Formazione Ifts e Its, Grieco: "Un'opportunità concreta dopo il diploma"

mercoledì 12 settembre 2018

Scritto da Marco Ceccarini, mercoledì 12 settembre 2018

FIRENZE – Sono oltre sessanta, esattamente 63, le opportunità di formazione tecnica superiore tra cui gli studenti toscani possono scegliere un percorso post diploma: corsi annuali o biennali che formano i tecnici richiesti dalle imprese toscane orientate verso la cosiddetta Industria 4.0, ossia la produzione che, avvalendosi delle nuove tecnologie, migliora le condizioni di lavoro aumentando la produttività e la qualità dei prodotti. Si tratta di una formazione di qualità alternativa a quella universitaria e finalizzata al concreto inserimento nel mondo del lavoro.

"Sono corsi che tendono a specializzare i ragazzi e le ragazze nei settori produttivi più competitivi della Toscana come la moda, la nautica, la meccanica, l'agribusiness o l'Ict, prevedendo stage formativi in aziende e di conseguenza offrendo delle reali opportunità di lavoro", afferma l'assessore a Lavoro, formazione ed istruzione della Regione Toscana, Cristina Grieco, che evidenzia anche che "questi corsi nascono da collaborazioni tra scuole, università, agenzie di formazione professionale e mondo del lavoro".

Le iscrizioni sono ancora aperte e chi è interessato può iscriversi a uno dei cicli formativi proposti dopo aver visionato l'apposita brochure a disposizione degli studenti.

La scelta può essere effettuata su 46 corsi Ifts e 17 corsi Its per un totale, come detto, di 63 occasioni di formazione tecnica superiore. I corsi Ifts sono corsi annuali, gratuiti, di 800 ore, di cui 560 di aula e 240 di stage. I corsi Its, invece, sono biennali: se di quattro semestri, durano 1800-2000 ore; se di sei semestri, fino a 3000 ore per i percorsi della nautica. In alcuni casi può essere chiesta una quota di partecipazione e/o una cauzione. I corsi Ifts e Its sono co-finanziati dal programma Por del Fondo sociale europeo Fse 2014-20 e sono realizzati nell'ambito del progetto Giovanisì, il progetto della Regione finalizzato all'autonomia dei giovani.