[Comunicato stampa Giunta regionale Liguria]
SPETTACOLO, GALLI: PROGETTO 'NEXT' GRANDE OCCASIONE PER GIOVANI TALENTI

martedì 30 ottobre 2018


PRESENTATO A MILANO CONTENITORE PER PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE

ASSESSORE: PROGETTO FRUTTO DELLA COLLABORAZIONE PUBBLICO-PRIVATO

(LNews - Milano, 30 ott) E' stata presentata oggi, al Piccolo Teatro Grassi di Milano, l'edizione 2018 di 'Next - Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo', alla presenza dell'assessore all'Autonomia e Cultura della Regione Lombardia Stefano Bruno Galli.

UNICA 'BORSA TEATRALE' IN ITALIA - Ideato e promosso da Regione Lombardia, in collaborazione con Fondazione Cariplo, il progetto 'Next' rappresenta un caso unico di 'borsa teatrale' in Italia e un'occasione di incontro e scambio di idee, progetti e partnership produttive, con l'obiettivo di incentivare la distribuzione di nuove produzioni di spettacoli dal vivo e, nello stesso tempo, promuovere e rafforzare la rete di contatti tra operatori a livello nazionale e internazionale.

PROGETTO TRA I PIÙ INTERESSANTI - "È uno dei progetti più interessanti, significativi e innovativi della programmazione dell'Assessorato - è stata la definizione di Galli -, perché si caratterizza come virtuosa collaborazione tra Pubblico e Privato, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, come avviene anche per altri progetti, con però in aggiunta la grande valorizzazione soprattutto dei giovani, del teatro giovanile e di realtà culturali importanti per la città di Milano, come i teatri Piccolo, Elfo e Franco Parenti".

GRANDE LABORATORIO POSSIBILE GRAZIE A FONDAZIONE CARIPLO - "'Next' - ha proseguito l'assessore - si configura davvero come un grande laboratorio, momento di confronto e di dibattito, occasione di nuove opportunità. Un progetto davvero molto impegnativo, che prevede uno sforzo economico di circa 640.000 euro complessivamente, e il cui buon esito deriva dall'imprescindibile collaborazione con Fondazione Cariplo, a cui va il mio pubblico riconoscimento per l'attenzione nei confronti delle Istituzioni pubbliche e, in particolare, di Regione Lombardia".

FONDAMENTALE SINERGIA PUBBLICO-PRIVATO - "In un momento di risorse scarse, come questo, è infatti evidente che le Istituzioni pubbliche sono in affanno, fanno fatica - ha spiegato l'assessore -. Intrecciare dei rapporti virtuosi con le Istituzioni private, fare lavorare in modo sinergico Pubblico e Privato, è davvero fondamentale".

"La differenza tra le Istituzioni pubbliche e quelle private - ha concluso Galli - è che al Pubblico non compete trarre profitto dalle iniziative culturali: deve intervenire per elevare gli spiriti, le coscienze, far crescere culturalmente il corpo sociale. Il Privato deve invece fare anche ragionamenti di 'pronta cassa', guardare alla redditività e alla produttività degli investimenti: è quindi solo intrecciando gli obiettivi di elevare gli spiriti e le coscienze con le esigenze del privato che la cultura si impone come un fattore dello sviluppo e non come un suo prodotto". (LNews)