Colozzi su Dpef: coordinare interventi Stato, Regioni ed enti locali

mercoledì 13 luglio 2005


Colozzi su Dpef: coordinare interventi Stato, Regioni ed enti locali

(regioni.it) Oggi, 13 luglio, alle 19.00, Regioni, Enti locali e governo si incontreranno per esaminare il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria (DPEF).

“Una occasione importante – scrive Romano Colozzi (Assessore Regione Lombardia) sulla newsletter Il Revisore - , che capita in un momento particolare della finanza pubblica. Un momento in cui ciascun livello istituzionale della Repubblica è chiamato ad agire con responsabilità e coerenza. Il taglio della spesa, a me piace definirlo il taglio agli sprechi – scrive –ancora Colozzi - deve procedere di pari passo con una reale e concreta politica di sviluppo e rilancio dell'economia. Per questo, insieme agli assessori al Bilancio da me coordinati (Colozzi coordina la Commissione Affari finanziari, per la Conferenza delle Regioni, ndr), abbiamo redatto un documento (condiviso successivamente con il sistema delle autonomie locali) che non vuole essere una semplice "lista della spesa" delle richieste da formulare al Governo, ma un contributo reale affinché il DPEF sia disegnato su misura, come un abito appena uscito dalla sartoria, sull'attuale situazione italiana. Non solo proposte finanziare, dunque, ma vere e proprie strategie di sviluppo”.

Per spiegare meglio il suo pensiero, l’assessore Colozzi propone un esempio : “In Lombardia, negli ultimi tre anni, abbiamo abolito circa mille leggi inutili, la cui unica funzione era quella di complicare la vita dei cittadini. Ma di fronte ad alcuni vincoli legati a leggi nazionali, nemmeno la Regione più volenterosa può "dare di più". Coordinando gli interventi, invece, insieme allo Stato e agli Enti locali, di passi avanti se ne possono compiere parecchi. Dimezzare le procedure ad un giovane potenziale imprenditore che intende avviare un'attività in proprio consente di abbassare i costi e i tempi di attesa. Non è forse – conclude Colozzi - anche questa una forma di sostegno alle imprese?”

(red)

N. 560 - 13 Luglio 2005