Dpef on line.............

martedì 19 luglio 2005


(regioni.it) Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 15 luglio scorso, ha  approvato il Documento di programmazione economica e finanziaria, che introduce la manovra di finanza pubblica 2006-2009. Il DPEF è redatto in base alle regole del nuovo Patto di stabilità e crescita europeo ed indica alcune linee di intervento necessarie per dare impulso alla crescita economica del Paese. La notizia è riportata nella newsletter di Palazzo Chigi e sul sito del Governo è possibile consultare anche uno specifico dossier. Nel Documento, il Governo stima che l’attuale fase di ristagno non durerà a lungo e quindi per il  2006 e il 2007, in linea con la Commissione europea e in modo prudenziale, prevede una crescita intorno all’1,5%. Su  questa ipotesi, l’indebitamento passerà dal 4,3% del 2005 al 3,8% del 2006 e al 2,8% del 2007 rispetto al PIL, mentre il rapporto debito/PIL scenderà dal 108,2, rispettivamente al 107,4 e 105,2 per cento. Le specifiche azioni per dare impulso alla crescita economica dovranno essere basate sucinque classi d’interventi: potenziamento delle infrastrutture del Paese; liberalizzazioni nel mercato dei prodotti e soprattutto nei servizi; alleggerimento del carico tributario sul prodotto e sul costo del lavoro delle imprese; difesa del potere d’acquisto delle famiglie; proseguimento nell’aggiustamento strutturale del bilancio pubblico, tenendo in considerazione il ciclo economico e la qualità della finanza pubblica.

(red)N. 564 - 19 Luglio 2005