Federalismo fiscale: un dossier di documentazione

giovedì 3 aprile 2008


Federalismo fiscale: un dossier di documentazione

Mochi Onori: tema imprescindibile se si vuole guardare al sistema delle regioni in termini propositivi e davvero strategici

Federalismo fiscale: un dossier di documentazione

 

(regioni.it) “Se si dovesse rintracciare un tema “predominante” nel dibattito della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome non avremmo dubbi nell’indicare l’argomento del federalismo fiscale” è questa l’opinione del Segretario generale della Conferenza delle Regioni Marcello Mochi Onori, contenuta nella prefazione ad un dossier di documentazione (curato dalla segreteria della Conferenza) ed intitolato: “Federalismo fiscale. Il dibattito nella Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e il rapporto con il Governo per l’attuazione dell’articolo 119 della Costituzione. Gennaio - Agosto 2007”. E’ una sorta di percorso nel dibattito che ha preceduto e accompagnato il varo del disegno di legge delega (dal 25 gennaio al 1° Agosto 2007) e che ha visto ben 9 sedute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome (3 in sessione “ordinaria” e 6 in sessione“straordinaria”) e 9 incontri con il Governo dedicati proprio a questo tema.

“Il definitivo superamento della finanza derivata, l’individuazione di un processo di distribuzione delle risorse che consenta di abbandonare il criterio della spesa storica per favorire parametri basati su standard, la salvaguardia di una tenuta complessiva del sistema che non allarghi i divari esistenti nel Paese non sono stati i capisaldi di un dibattito astratto (come la lettura di questo dossier dimostra), ma sono stati – spiega Mochi Onori -  il terreno di un confronto fertile su un tema imprescindibile se si vuole guardare al sistema delle regioni in termini propositivi e davvero strategici.

Un’attenzione dimostrata anche dal fatto che è stato possibile arrivare al 1° agosto 2007 all’approvazione di documento, contenente “le proposte e gli emendamenti (qualcosa di più che un semplice “Parere”) per il disegno di legge delega per l’attuazione dell’articolo 119 della Costituzione. Un documento in cui si sono composte le diverse posizioni e le legittime aspirazioni territoriali e che è stato approvato all’unanimità dalle Regioni e dalle Province autonome. Ora che la legislatura è terminata – conclude il Segretario Generale della Conferenza delle Regioni - l’auspicio è che quel documento possa rappresentare non un punto di arrivo, ma una base per far ripartire un processo che non è più rinviabile”

 

(red/03.04.08)

 

N. 1119 - 3 aprile 2008