LEGGE STABILITA'. REGIONI AL SENATO: IMPEGNO PER ODG CONTRO... -2-

mercoledì 1 dicembre 2010



ZCZC
DIR0668 3 POL  0 RR1 / DIR 

LEGGE STABILITA'. REGIONI AL SENATO: IMPEGNO PER ODG CONTRO... -2-


(DIRE) Roma, 1 dic. - Il presidente dei senatori del Pdl Maurizio
Gasparri rileva che "alcune valutazioni sul trasporto pubblico
locale e la sanita'" delle regioni "sono ragionevoli e meritano
attenzione, ovviamente nel rispetto dei conti pubblici". La legge
di stabilita', prosegue dopo l'incontro con i governatori, "deve
essere approvata cosi' come e' uscita dalla Camera, per il resto
il confronto e' aperto". Certo, visto il contesto internazionale
"bisogna tenere i piedi per terra".
   Il capogruppo del Pd, Anna Finocchiaro, sottolinea che le
Regioni esprimono "molta preoccupazione, problemi seri che ci
possono essere sul trasporto pubblico locale" ma il governo "non
sente ragioni, facendo cosi' inginocchiare il Paese".
   "La manovra economica mette una pietra tombale sul federalismo
fiscale, perche' taglia tutte le risorse necessarie affinche' le
Regioni possano esercitare le funzioni previste dalla
Costituzione", osserva poi Gianpiero D'Alia, presidente del
gruppo Udc al Senato, che accusa: "Con questa legge agli enti
locali viene tolta qualsiasi autonomia di spesa, in queste
condizioni il federalismo e' semplicemente inattuabile". Per
l'Udc anche i decreti attuativi "sono delle semplici scatole
vuote: non c'e' un numero, non c'e' una cifra, non c'e' una
tabella".
   Da parte Fli, il presidente dei senatori Pasquale Viespoli
assicura disponibilita' per "iniziative parlamentari" in sede di
legge di stabilita' con odg "utili a sostenere le richieste delle
regioni" salvo poi "verificare se le aperture del governo saranno
confermate nel mille proroghe".

  (Tar/ Dire)
18:42 01-12-10

NNNN