FEDERALISMO: VIA LIBERA DA REGIONI, PARERE FAVOREVOLE (2)3-4

giovedì 16 dicembre 2010


 =

(Adnkronos) - "Per le esigenze di finanziamento del trasporto

pubblico locale -si legge nel documento approvato in conferenza

unificata- il governo si impegna ad assicurare, in aggiunta ai 425 mln

di euro previsti dalla legge di stabilita', ulteriori 75 mln di euro

per l'anno 2011. Per le medesime esigenze del trasporto pubblico

locale -si precisa ancora nel documento- il governo si impegna, a

fronte del completo adempimento da parte delle regioni a quanto

stabilito in materia di Fondo sociale europeo con l'accordo del 12

febbraio 2009 e con l'intesa sancita l'8 aprile 2009, a reintegrare i

trasferimenti alle regioni per un importo di 400 mln di euro per il

2011".

(Laf/Ct/Adnkronos)

16-DIC-10 20:12

NNNN

FEDERALISMO: VIA LIBERA DA REGIONI, PARERE FAVOREVOLE (3) =

(Adnkronos) - Nel documento e' inoltre sottolineato che le

risorse per il Tpl non vengono conteggiate ai fini del patto di

stabilita' . "Quanto agli impegni delle Regioni, nel documento si

precisa che si impegnano "a dare completo adempimento a quanto

stabilito in materia di Fondo sociale europeo con l'accordo del 12

febbraio 2009 e con l'intesa sancita l'8 aprile 2009; ad adottare,

d'intesa con il governo, ogni iniziativa opportuna per contrastare il

fenomeno dei cosiddetti falsi invalidi al fine di qualificare la spesa

pubblica; a partecipare attivamente alla lotta contro l'evasione

fiscale, sulla base della fissazione, d'intesa con il governo, di

obiettivi di risultato predeterminati e verificabili".

Il documento precisa successivamente che "il governo, fermi gli

obiettivi di finanza pubblica assunti in sede europea, si impegna, nei

confronti delle Regioni che rispettino il patto di stabilita' interno

a rivedere, dall'anno 2012, i tagli dei trasferimenti suscettibili di

fiscalizzazione, e a prevedere dal 2012 la fiscalizzazione dei

trasferimenti relativi al Tpl su ferro".

(Laf/Pn/Adnkronos)

16-DIC-10 20:21

NNNN

FEDERALISMO: VIA LIBERA DA REGIONI, PARERE FAVOREVOLE (4) =

(Adnkronos) - In un allegato al documento e' precisato che le

Regioni si considerano adempienti al patto di stabilita' interno se

procedono ad applicare alcune prescrizioni. In particolare: "Impegnare

spese correnti, al netto delle spese per la sanita', in misura non

superiore all'importo annuale minimo dei corrispondenti impegni

effettuati nell'ultimo triennio. A tal fine riducono l'ammontare

complessivo degli stanziamenti relativi alle spese correnti, al netto

delle spese per la sanita', ad un importo non superiore a quello

annuale minimo dei corrispondenti impegni dell'ultimo triennio".

Le Regioni dovranno inoltre, si precisa nel documento, "non

ricorrere all'indebitamento per gli investimenti" e "non procedere ad

assunzioni di personale a qualsiasi titolo, con qualsivoglia tipologia

contrattuale, compresi i rapporti di collaborazione continuata e di

somministrazione, anche con riferimento ai processi di stabilizzazione

in atto. E' fatto altresi' divieto di stipulare contratti di servizio

che si configurino come elusivi della presente disposizione".

(Laf/Ct/Adnkronos)

16-DIC-10 20:29