COSTI POLITICA: FORMIGONI, DA NOI NO SPRECO SOLDI PUBBLICI

venerdì 5 ottobre 2012



ZCZC8829/SXR
OMI68436
R POL S42 QBXH

   (ANSA) - MILANO, 5 OTT - Il presidente della Lombardia,
Roberto Formigoni, ha ribadito che ''finora in Lombardia non e'
emerso alcuno spreco di denaro pubblico''. Lo ha fatto
intervistato da Sky Tg24 Economia, parlando anche delle
inchieste che hanno investito il Pirellone.
   Sull'inchiesta che riguarda la fondazione Maugeri, in cui e'
indagato, ha sottolineato che le accuse contro di lui sono
''false''. ''Quindi - ha aggiunto - io non mi dimetto''. E poi
ha ribadito che ''la Procura di Milano ha tenuto accesi su di me
non i riflettori ma dieci sistemi solari - ha detto -. Per 11
volte in 17 anni ho subito processi e per 11 volte sono stato
proclamato innocente''.
   Sull'inchiesta che riguarda il San Raffaele ha detto che la
sentenza di condanna di ieri per Pierangelo Dacco' dimostra che
il presidente ha ''ragione''. ''Dacco' - ha osservato - e' stato
condannato per bancarotta quando la bancarotta non c'e' stata
perche' il San Raffaele non e' fallito. Con la sentenza di ieri
ho smontato tutte le ricostruzioni che volevano colpevolizzarmi.
Sto sopportando pazientemente questo tipo di vessazione perche'
so quello che ho fatto''.
   Formigoni ha parlato anche degli indagati in Consiglio
regionale, a partire dall'ex presidente della Provincia Filippo
Penati, che e' stato capo della segreteria politica del leader
Pd, Pier Luigi Bersani. ''Penati - ha proseguito - e' accusato
di fatti molto gravi, ma ha sempre proclamato la sua innocenza.
Fino a che non sara' giudicato vale il principio di innocenza.
Un'informazione di garanzia e' fatta a tutela dell'indagato. In
Regione Lombardia nessuno ha ammesso la sua colpa''. (ANSA).

     COM-MF
05-OTT-12 19:42 NNN