Ue: Errani, cofinanziamento Regioni fuori da Patto Stabilita'

mercoledì 7 maggio 2014



ZCZC4538/SXA
OBO42530
R POL S0A QBXB

Lo chiede a Governo. E Gozi: alzeremo voce soprattutto in Europa
(ANSA) - BOLOGNA, 7 MAG - Botta e risposta Regioni-Governo
sul calcolo del cofinanziamento regionale necessario per
l'applicazione delle politiche europee: per il presidente
dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, Vasco
Errani, "sono investimenti e devono stare fuori dal Patto di
stabilita' interno italiano".
Errani lo ribadisce a Bologna durante la Sessione europea
2014 dell'Assemblea Legislativa regionale, ospite il
sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle
Politiche europee, Sandro Gozi, che replica: il cofinanziamento
regionale da togliere nel calcolo del Patto di Stabilita' "e' un
tema fondamentale, che va affrontato in chiave interna ma
soprattutto in sede europea, alzeremo un po' la voce. E'
contraddittorio - ha aggiunto Gozi - chiedere il
co-finanziamento regionale e allo stesso tempo considerarlo
all'interno del Patto di Stabilita'. Non tutta la spesa pubblica
e' cattiva: e' questo quello che dobbiamo far capire alla
Commissione europea". (ANSA).

SE
07-MAG-14 14:40 NNN
ZCZC7362/SXR
OBO45006
R POL S57 QBXJ
Ue: Errani, cofinanziamento Regioni fuori da Patto Stabilita' (2)

(ANSA) - BOLOGNA, 7 MAG - Alle Regioni, in virtu' del
meccanismo di co-finanziamento dei programmi Ue, potrebbero
essere chiesti contributi per circa 8 miliardi in sette anni, se
in Italia arrivassero 42,697 miliardi di euro dai fondi comuni
per il nuovo settennato al 2020 (32,268 miliardi tra Fondo Fesr
di sviluppo regionale e Fondo sociale Fse, piu' 10,429 miliardi
del Fondo per lo sviluppo rurale). Lo precisa la risoluzione
approvata a larga maggioranza dall'Assemblea legislativa (con la
sola astensione della Lega) a conclusione della Sessione
europea.
Il reperimento delle risorse necessarie a far attivare i
fondi europei incidera' sul bilancio delle Regioni e sulle loro
scelte politiche di investimento, ribadisce il documento. "Se il
co-finanziamento regionale deve stare dentro al Patto di
Stabilita' - ha aggiunto Errani - sia chiaro che non si potranno
spendere tutte le risorse europee a disposizione". In quanto
investimenti regionali vanno stralciati dal Patto e, dopo, vanno
prese "misure per chi non spende le risorse Ue - ha sollecitato
- che sia un Ministero e una Regione, alla pari". (ANSA).

SE
07-MAG-14 17:32 NNN