Def: Fassino(Anci),nuova stabilità decisiva su futuro comuni

lunedì 20 aprile 2015



ZCZC8691/SXA
XCI49669_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB


(ANSA) - ROMA, 20 APR - "In vista della legge di stabilità si
tenga presente che il tema su cui il Parlamento è chiamato a
decidere è la sostenibilità delle decisioni. E avendo i Comuni
alle spalle una riduzione di quasi 18 miliardi di euro, non si
può pensare di fare altrettanto nei prossimi anni": lo ha detto
il presidente Anci Piero Fassino nel corso di un'audizione nelle
Commissioni Bilancio di Camera e Senato dedicata al Def.
"Al 2016 bisogna che i Comuni ci arrivino vivi", ha aggiunto,
e quindi "servono interventi per: ripristinare il fondo
perequativo istituito nel 2014 sul passaggio da Imu a Tasi,
varato per evitare la perdita di gettito per 1800 comuni; sul
regime fiscale per i comuni che hanno terreni montani, e sulle
città metropolitane, che rischiano di avere due penalità: il
taglio, molto oneroso per enti che devono decollare e che
risentono anche dell'effetto dei tagli con la spending review
operati sulle Province uscenti. Le città metropolitane inoltre -
ha aggiunto Fassino - potrebbero usufruire di un provvedimento
che è già legge dello Stato, e che consentirebbe di applicare un
tributo sui passaggi aeroportuali portuali, che applicato al
minimo, ma con un forte effetto moltiplicatore, risolverebbe
molti problemi di risorse".(ANSA).

TEO-KYI
20-APR-15 19:34 NNN