FMI VEDE RISCHIO IMPATTO SOSTANZIALE CRISI GRECA SULL'ITALIA

martedì 7 luglio 2015


 

'RIPRESA LENTA, IL PIL 2015 +0,7%. MA BENE L'AGENDA DI RENZI'

Il Fmi ritiene che 'gli avversi sviluppi in Grecia potrebbero

avere un sostanziale impatto sull'Italia tramite effetti sulla

fiducia, anche se l'esposizione diretta e' limitata', come

limitati sono 'i rischi di contagio nel breve termine'. Però,

aggiunge, in Italia la ripresa e' fragile. Il Fmi, prevede un

Pil in crescita dello 0,7% nel 2015 e dell'1,2% nel 2016. C'è

apprezzamento per l'esecutivo. Il premier Renzi ha avviato

'un'ambiziosa agenda per rivedere il sistema economico e

politico italiano'. Il Fondo incoraggia misure per migliorare l'

efficienza del settore pubblico e chiede una accelerazione sulle

privatizzazioni apprezzando l'operazione Enel.