QFP, BANKITALIA: PER ITALIA STANZIAMENTI COESIONE DOVREBBERO AUMENTARE DEL 6%

mercoledì 3 aprile 2019


PPA0044 1  PEC NG01 1324 ITA0044

(Public Policy) - Roma, 03 apr -  "L'Italia, in valori assoluti, è
tra i Paesi che hanno maggiormente usufruito del 'Piano Juncker'. ma
se si rapportano questi interventi al Pil vediamo che non siamo
proprio tra i primi per utilizzo dello strumento. Riguardo alle
politiche di coesione -  ricordo che per l'Italia è l'utilizzo
principale del fondi Ue - l'allocazione continuerà ad avvenire tra le
singole Regioni, e verrà basata prevalentemente sul livello di Pil
pro capite. Sono inseriti nuovi livelli legati al mercato del lavoro,
quindi alla disoccupazione e al livello di istruzione. Questa
modifica, e altri cambiamenti, avranno degli impatti sulle risorse
per politiche di coesione che dovrebbero essere disponibili per
l'Italia. Nonostante nell'insieme dell'Ue l'ammontare per la Coesione
è in riduzione, per l'Italia gli stanziamenti dovrebbero aumentare di
circa il 6% rispetto al ciclo precedente".

Lo ha detto Paolo Sestito, responsabile del Servizio struttura
economica della Banca d'Italia, nel corso di un'audizione alla Camera
davanti alle commissioni Bilancio e Politiche Ue nell'ambito
dell'esame del pacchetto di Atti dell'Unione europea riguardanti il
Quadro finanziario pluriennale (Qfp) 2021-2027.


(Public Policy) @PPolicy_News

 PAM
031126 apr 2019