DEF. BONACCINI: PREOCCUPATO, COSÌ CRESCITA ZERO E AUMENTO DEBITO GOVERNO CI DIA GARANZIE SU FONDO SANITÀ

mercoledì 10 aprile 2019



ZCZC
DIR0675 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT 

(DIRE) Roma, 10 apr. - "Quando sbagli le previsioni di crescita
vuol dire che avrai meno entrate, peggiori i conti pubblici e,
come pare ormai certo, ogni mese aumenti anche il debito
pubblico". Il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano
Bonaccini, si dice "preoccupato per il Def. Il Paese entra in una
recessione praticamente tecnica, con crescita pari a zero",
spiega entrando alla Conferenza delle Regioni e delle Province
Autonome.
   "Se il debito viene fatto per gli investimenti puo' aiutare la
crescita- precisa- ma senza investimenti il debito aumento e non
c'e' crescita. Qui manca una politica industriale, non si pensa
al problema dell'occupazione". Come Conferenza delle Regioni
"ponemmo la questione dei 2 miliardi di euro di tagli che ci
saranno- aggiunge Bonaccini- ora vorremmo sapere dal governo dove
intende recuperarli e se le regioni saranno toccate". Il timore
e' che si tocchi la sanita'. "Lo scorso autunno- ricorda il
presidente- raggiungemmo un accordo all'unanimita' sulla sanita'
in cui si diceva che l'incremento del fondo sanitario di
quest'anno, da 1 miliardo, era troppo poco, ma che a fronte di un
accordo che prevedeva 3,5 miliardi di incremento nei prossimi 2
anni si sottoscrivesse una mediazione. Ora vorremmo avere
garanzia conferma di questi 3.5 miliardi, 2 per il prossimo anno
e 1.5 per quello successivo", termina.
  (Sor/ Dire)
12:25 10-04-19

NNNN