Bonaccini scrive a Conte, auguri di buon lavoro e la richiesta, non appena possibile, di un incontro Governo-Regioni

venerdì 1 giugno 2018

Telegramma del Presidente della Conferenza delle Regioni al neo Ministro per gli Affari Regionali, Erika Stefani: valorizziamo la Conferenza Stato-Regioni

Roma, 1° giugno 2018 (comunicato stampa) “Congratulazioni” e “auguri di buon lavoro” sono stati espressi dal Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Stefano Bonaccini in una lettera inviata al neo Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“L’agenda europea, con la nuova definizione del Quadro Finanziario pluriennale, e i tempi stringenti che ci separano dalla predisposizione della Legge di bilancio 2019 – scrive Bonaccini - rendono quanto mai auspicabile un percorso di concertazione istituzionale, di cui, sono certo, Ella saprà farsi interprete.

Le Regioni e le Province autonome sono disponibili, non appena la sua agenda lo consentirà, ad un incontro per condividere un percorso basato su alcune priorità. A tal fine abbiamo anche elaborato alcune proposte per definire, attraverso un accordo Stato-Regioni, un Patto per la crescita e lo sviluppo sostenibile, dando ossigeno – conclude Bonaccini - a una politica di investimenti sul territorio”.

Il Presidente della Conferenza delle Regioni ha inviato anche un telegramma di congratulazioni per “l’importante mandato ricevuto” e auguri di buon lavoro al neo Ministro per gli Affari Regionali, Erika Stefani. “Contiamo sulle sue pregresse e importanti esperienze politiche e amministrative per valorizzare l’attività della Conferenza Stato-Regioni, un luogo in cui è possibile realizzare progetti di governance condivisa. Le Regioni sono disponibili ad avviare una stretta collaborazione e sarà mia cura – conclude il telegramma di Bonaccini – sottoporle presto alcune importanti questioni sospese che attengono al rapporto determinante tra lo Stato e le Regioni, affinché su tali temi possa riprendere il confronto istituzionale”.



 

+T -T

Bonaccini: Conferenza Regioni pronta a confrontarsi con nuovo Governo

 

(Regioni.it 3383 - 22/05/2018) "Mi auguro che, appena si sarà insediato, il nuovo governo fissi un incontro con la Conferenza delle Regioni, per iniziare una interlocuzione sui temi della legge di stabilità e delle risorse per il fondo sanitario". Lo dice Stefano Bonaccini, presidente della conferenza delle regioni, a margine del Festival dello sviluppo sostenibile 2018 che si è aperto al Maxxi ilò 22 maggio.
A chi gli chiede un'opinione sul nome di Giuseppe Conte come nuovo premier Bonaccini si limita ad osservare che "cade l'accusa che ho sentito molto in questi anni che un premier doveva essere eletto dal popolo. Ma la Costituzione prevede che possa essere individuato anche con questa modalità - osserva - quindi faccio gli auguri di buon lavoro a chi sarà incaricato.
Noi come Conferenza delle Regioni siamo pronti a confrontarci come abbiamo fatto con qualsiasi governo senza pregiudizi. Come presidente dell'Emilia-Romagna - conclude Bonaccini - ho voglia ...

 

 

+T -T

Saitta: sulla sanità chiederemo di riaprire discussione con Governo

 

(Regioni.it 3383 - 22/05/2018) “Quando ci siederemo per la prima volta al tavolo col nuovo Governo, come Regioni chiederemo di riaprire una discussione molto ampia sulla sanità e sul tema della rimodulazione dell'offerta”. E’ quanto dichiara Antonio Saitta, coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni (l'assessore alla Sanità della Regione Piemonte), sostenendo che sul futuro della sanità serve un serio confronto.
“E che sia chiaro – aggiunge Saitta - che un sistema sanitario che garantisce a tutti le cure deve restare il valore centrale, mentre vedo tante lobbies che vorrebbero rompere questo modello”.
In particolare secondo Saitta “per evitare lo spezzatino della sanità è necessaria una regia condivisa”.
Per Saitta è una “sciocchezza il federalismo vaccinale” ed evidenzia che "la ricerca di un modello differenziato a tutti i costi è stato incardinato fortemente da ...
 


time
0.062s