Documento della Conferenza delle Regioni del 21 giugno

+T -T

Def 2018: la posizione sul documento di economia e finanza

 

(Regioni.it 3406 - 22/06/2018) Il 21 giugno si è riunita la Conferenza permanente per il coordinamento della finanza pubblica. In quella sede le Regioni hanno illustrato la loro posizione sul Def 2018, contenuta in un documento (approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome) che è stato consegnato al Governo e pubblicato sul portale www.regioni.it, sezione "Conferenze".
Si riporta di seguito il testo integrale della posizione delle Regioni.
Posizione sul documento di economia e finanza 2018 (def)
La convocazione dell’odierna Conferenza giunge ad approvazione avvenuta della risoluzione di parere al DEF da parte del Parlamento.

Le Regioni ricordano i temi già illustrati alle Commissioni Speciali di Camera e Senato il 15 maggio scorso in occasione dell’audizione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome sul DEF 2018:
- il concorso positivo delle Regioni alla manovra di finanza pubblica ed equilibrio di bilancio per l’anno 2019 per un totale ...
 
 
 

 

+T -T

Def 2018: Caparini, una nuova stagione con investimenti delle Regioni

Audizione davanti alle commissioni speciali riunite di Camera e Senato

(Regioni.it 3378 - 15/05/2018) Si è tenuta il 15 maggio l’audizione dei rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome sul Documento di Economia e Finanza 2018. Il confronto sul Def ha avuto luogo di fronte alla Commissioni speciali riunite di Camera e Senato, nella sala del mappamondo a Palazzo Montecitorio e la delegazione delle regioni era formata da Davide Carlo Caparini (coordinatore della Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e assessore al bilancio della Regione Lombardia), Alessandra Sartore (coordinatore vicario della Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e assessore al bilancio della Regione Lazio) e Donato Toma (presidente della Regione Molise).
Nel corso del suo intervento Caparini ha sottolineato l’impegno sostenuto dalle Regioni per far fronte al contenimento del debito pubblico ricordando che “Oltre a un pareggio di bilancio, che lo ...

 
 
Leggi tutto »




Documento della Conferenza delle Regioni del 10 maggio

+T -T

Def 2018: contributo per l'audizione del 15 maggio

 

(Regioni.it 3378 - 15/05/2018) Nel corso della audizione dei rappresentanti delle istituzioni regionali che si è tenuta a palazzo Montecitorio (Sala del Mappamondo) il 15 maggio, davanti alle commissioni speciali riunite di Camera e Senato è stato illustrato un documento della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome (approvato nella seduta del 10 maggio).
Si tratta di un contributo di analisi fatto di singole slide che si riporta di seguito integralmente (pubblicato anche nella sezione "conferenze" del portale www.regioni.it).
Incremento contributo alla manovra delle RSO 2019/2018 = 14,85%
* La legge di bilancio 2018 prevede un contributo statale alla riduzione della manovra per RSO (300 mil per il 2018 e 200 milioni per il 2019 e 2020)
 
 
Leggi tutto »
+T -T

Toti: Regioni pronte a presentare al nuovo Governo un "Patto per la crescita"

 

(Regioni.it 3348 - 21/03/2018) Un documento per un "Patto per la crescita" è stato esaminato il 21 marzo dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. 
"Il documento è stato condiviso dalle regioni all'unanimità, ora aspettiamo che ci sia un governo per avviare un confronto, cosa che chiediamo da almeno un triennio". Lo ha sottolineato il vicepresidente della Conferenza delle Regioni Giovanni Toti.
"Questo  documento - ha aggiunto Toti, che è anche Presidente della Liguria - contiene una serie di punti, tra cui la necessità di maggiori investimenti e crescita e la necessità di coinvolgere le regioni e svincolare gli investimenti pubblici, che sono fermi". insomma maggiori investimenti e di crescita, coinvolgimento delle Regioni e svincolo degli investimenti pubblici per far crescere il Paese".

Dal Canale Youtube di Regioni.it:
Toti (Regioni): il documento sul patto per la crescita è condiviso all’unanimità dalle ...
 
+T -T

Sanità: Saitta, le priorità per il nuovo Governo

 

(Regioni.it 3348 - 21/03/2018) Dal rapporto tra spesa sanitaria e Pil, al superamento della divisione del Fondo sanitario nazionale, al tema della governance farmaceutica e del payback. Sono alcune delle proposte messe nero su bianco dalle Regioni, in un documento più ampio dedicato al tema dello sviluppo e della crescita che sarà presentato al prossimo Governo.
Per gli aspetti che riguardano la sanità ne fa cenno il coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni, Antonio Saitta. Prima di tutto "Riproponiamo il tema del rapporto tra spesa sanitaria e Pil e il superamento dell'attuale suddivisione del Fondo sanitario tra Fondo vincolato e non vincolato che diventa una rigidità per l'utilizzo delle risorse". Poi, ha proseguito Saitta, "l'altro grande tema è la formazione dei medici specialisti, c'è un'insufficienza complessiva a livello nazionale, abbiamo delle Regioni che non si riescono proprio a coprire, penso ...
 
 
Leggi tutto »



 

 

+T -T

Petitti: rilanciare gli investimenti per dare ossigeno ai bilanci regionali

 

(Regioni.it 3362 - 12/04/2018) “Le Regioni stanno lavorando per presentare al Governo un patto per la crescita e lo sviluppo nel nostro Paese che superi la politica dei tagli lineari agli enti territoriali, rilanciando gli investimenti, vero e proprio ossigeno per i nostri bilanci”, lo ha affermato Emma Petitti, Assessore al Bilancio della Regione Emilia-Romagna, portando i saluti del Presidente Stefano Bonaccini e intervenendo in rappresentanza della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, in occasione della presentazione di un’analisi dei bilanci regionali, organizzata dalla Cgil (vedi notizia successiva).
“Dovrà essere un accordo articolato su diversi livelli – prosegue l’Assessore - dallo sviluppo sostenibile, al welfare, ad un nuovo patto per la salute”.
“L’analisi presentata oggi è un’occasione utile di riflessione perché credo che sia giunto il momento per una concezione diversa del regionalismo puntando su un rapporto fra conti pubblici in ordine e qualità dei servizi forniti. Sotto questo profilo – conclude la Petitti - credo che anche il percorso avviato dall’Emilia-Romagna e da altre Regioni per un’autonoma differenziata, nel rispetto dell’unità del Paese e dei valori fissati dalla Costituzione, possa rappresentare uno stimolo in più per dare gambe ad un patto Stato-Regioni per lo sviluppo al quale dovranno dare un contributo rilevante le parti sociali, le organizzazioni sindacali in primis, e la società civile”.

dal Canale YouTube di Regioni.it:
Petitti (Emilia-Romagna) alla presentazione dell'analisi dei bilanci delle Regioni alla Cgil



Bilanci Regioni, Petitti (Conf. Regioni): "Nuovo regionalismo"





( sm / 12.04.18 )


time
0.125s